Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il campo tedesco si ribella contro l’austerità di Schulz

Il campo tedesco si ribella contro l’austerità di Schulz

Migliaia di Trattori Arrivato da tutti Germania Questo lunedì è il centro BerlinoNella prima protesta di massa contro Vendita Approvata la coalizione Olaf Schulz Per risolvere il tuo problema Crisi di bilancio. Le proteste sono concentrate nelle campagne tedesche Eliminare i sussidi per il diesel agricoloÈ uno dei punti concordati dai tre di fronte al blocco da 60 miliardi di euro derivante dalla sentenza della Corte Costituzionale.


I conducenti dei trattori vagavano in varie code per tutto il centro urbano, compreso il distretto governativo e le vicinanze di Ramziyeh Porta di Brandeburgo. Portavano striscioni con slogan come “Siamo stufi”, “Non giocare con la nostra esistenza” e “Stai uccidendo la campagna”.

Secondo i due centri, l’azione del gruppo tripartito formato da socialdemocratici, verdi e liberali attacca l’esistenza delle aziende agricole grandi e piccole. Il ministro dell’Agricoltura e ambientalista Cem Ozdemir è intervenuto al raduno dei trattoristi ed ha espresso il suo rifiuto di cancellare questi sussidi.

Il ministro ha dovuto affrontare forti fischi, ma anche qualche applauso in segno di apprezzamento per il suo coraggio, almeno, nell’uscire a mostrare il suo volto al sindacato offeso. Ha detto: “Non ho approvato affatto questi tagli. Il governo conosce la mia opinione e lavorerò per garantire che il loro impatto sul settore sia minimo”.


Regola costituzionale

Dopo quattro settimane di intense tensioni, la coalizione di Schulz ha annunciato la settimana scorsa un accordo per risolvere la crisi di bilancio innescata dalle elezioni. Sentenza della Corte Costituzionale (TC) senza generare nuovo debito. Il Cancelliere ha avvertito che saranno necessari alcuni tagli, ma ha sottolineato che non influenzeranno i grandi progetti ambientali e si limiteranno ai sussidi “dannosi per il clima”.

READ  La sinistra e il partito di governo fianco a fianco nella legislazione francese

La radice del problema è la sentenza del TC che ha dichiarato la conversione di A Il fondo è stato inizialmente creato per mitigare gli effetti della pandemia su altre destinazioni. Questo processo ha violato i principi Freni al debitoÈ uno strumento che fissa il debito allo 0,35% del Pil, salvo casi eccezionali, come una pandemia. L’obiettivo del governo Schulz era quello di destinare 60.000 milioni di euro di stanziamenti allora non utilizzati al Fondo per il rinnovamento tecnologico e climatico, cosa che il Comitato tecnico ha ritenuto in violazione di questo principio.

Mentre i socialdemocratici e i verdi miravano a sospendere o riformare il tetto del debito, i partner liberali – il partito del ministro delle finanze Christian Lindner – insistono sul fatto che lo strumento sopra menzionato è intoccabile.

La linea di austerità imposta dall’amministrazione Lindner significava dover fare proprio questo Riformulazione dei bilanci 2024Con lo stanziamento di 17 miliardi di euro, nonché l’approvazione di un budget aggiuntivo per il 2023. Schulz ha garantito che, salvo emergenze legate allo svolgimento della guerra in Ucraina, il freno all’indebitamento sarà rispettato l’anno prossimo.


Insieme ai sussidi per il gasolio, sono stati aboliti con effetto immediato anche i sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, che avrebbero dovuto promuovere la trasformazione ambientale del parco veicoli.

IL verde Sono loro, al momento, i partner tripartiti che saranno maggiormente colpiti dalla linea di austerità. I tagli colpiscono soprattutto il Ministero dell’Economia e della Protezione del Clima, guidato dal verde Robert Habeck, vicecancelliere nella coalizione di Schulz. Tuttavia, lo stesso Habeck ha avvertito che ciò che è stato concordato non può essere discusso nuovamente, poiché è molto difficile raggiungere questo consenso.

READ  Un candidato alla presidenza chiede il rovesciamento della corruzione in Colombia (+ foto)