Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il portiere del Barcellona Javier Burray: “L’Ecuador renderà le cose difficili all’Argentina” Calcio | Gli sport

È arrivato a Barcellona nel 2020 dopo aver avuto grandi stagioni con il Macará de Ambato. Ora, Javier Burrai è uno dei migliori portieri del calcio ecuadoriano ed è anche con le Isole Canarie con cui ha già festeggiato un titolo.

In occasione del duello che conclude le qualificazioni in Qatar 2022 tra l’Ecuador e il suo paese d’origine, Boray, che è nato in Argentina, si è detto felice che le due squadre si siano qualificate per il Mondiale, che ci proverà martedì 29 marzo . Per essere “neutrali” e mettere in luce il lavoro del suo allenatore connazionale Gustavo Alfaro.

Cosa rappresenta Alvaro? Per il tifoso e il calcio ecuadoriano dopo aver ottenuto il permesso per entrare in Qatar?, gli hanno chiesto in un’intervista al quotidiano primo E il portiere ha replicato: “Gustavo, oltre alla sua conoscenza personale perché lo ho avuto per diversi anni all’Arsenal, ha rivoluzionato il calcio ecuadoriano”.

“Faceva parte del ricambio generazionale che questa squadra ha avuto durante queste qualificazioni. È stato il capogruppo a prendere la decisione di dare spazio alla nuova generazione, ai ragazzi che nelle giovanili avevano fatto molto bene, da campioni del Sud. America nel 2019 e terzo posto alla Coppa del Mondo. È stata un’operazione molto apprezzata per il lavoro che ha svolto”, ha aggiunto la torera Archer.

Quando gli è stato chiesto quale scelta avrebbe imposto questo martedì, Burray è stato enfatico. “Mi hanno chiesto molto in questi giorni e ho detto che spero che l’Ecuador arrivi in ​​classifica per godermela da tifoso neutrale. Per divertirmi ad avere i miei compagni di squadra in Ecuador, avere Messi dall’altra parte della strada, averlo sul campo dove gioco. Lo farei divertiti senza voler vincere”, ha detto.

Javier Burray è un portiere e personalità dell’FC Barcelona. Foto: Archivio

Il 31enne ha stimato che a Guayaquil ci sono molte aspettative per vedere giocare il suo connazionale Lionel Messi, che secondo quanto riportato dalla stampa Gaucho partirà contro l’Ecuador.

È la quarta Coppa del Mondo a qualificarsi e i giocatori meritano di festeggiare con la loro gente. Inoltre, la gente sa che probabilmente non rivedrà mai più Messi, anche a Guayaquil, prima che giochi a Quito, questo è insolito. Un sacco di gente verrà a vederlo”, ha identificato il portiere.

Il quotidiano alludeva a dichiarazioni in cui affermava che l’ex giocatore tricolore Jaime Evan Cavides si aspettava una vittoria nazionale sui gaucho, a cui ha risposto: “Nel calcio può succedere di tutto. I calciatori giocheranno senza pressioni, e ci sono ragazzi con grande potenziale sconosciuto in Argentina E faranno una grande carriera, è la squadra con l’età media più bassa nelle qualificazioni, non so se sono tre gol, ma per l’Argentina sarà difficile”. (Dott.)

READ  Australian Open 2022: The Australian Open, Day One Live: partite di tennis e risultati di oggi