Ottobre 20, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Iverson Sutildo soffre di disagio fisico ed è basso contro l’Ecuador | calcio | Gli sport

La Federcalcio venezuelana ha riferito, domenica, che l’attaccante non giocherà la quinta data delle qualificazioni del Qatar 2022 contro La Tre.

La Federcalcio venezuelana ha riferito domenica che il volante Iverson Sutildo soffre di malessere fisico Non parteciperà al match che la sua squadra affronterà questo pomeriggio contro l’Ecuador, nel quinto appuntamento del match sudamericano in vista del Mondiale 2022 in Qatar.

La commissione medica della Federazione Venotinto ha dichiarato, tramite i propri social network, che “il calciatore Iverson Sotildo non sarà a disposizione per la partita di questo pomeriggio contro l’Ecuador a causa di un disagio fisico”.

Il giocatore della MLS Toronto FC si unisce alla lista delle vittime giocato dall’allenatore ad interim Leonardo Gonzalez nella partita contro La Tre, Insieme al difensore Joshua Mejia e all’attaccante Sergio Cordova.

Mejia è stato escluso dall’invito a causa di una rottura del polsino sinistro nella partita contro il Brasile giovedì scorso e Cordova è tornato nella sua squadra, l’Augsburg, in Germania, per motivi personali.

A differenza dei suoi connazionali, Sutildo sarà ancora valutato per vedere se potrà assistere alla partita che il Venezuela giocherà giovedì prossimo contro il Cile, che saranno le ultime tre volte in ottobre.

Soteldo, 24 anni, è uno degli standard offensivi di Vinotinto, avendo giocato finora sette partite di qualificazione, segnando un gol e fornendo tre assist.

Il Venezuela ospita l’Ecuador allo Stadio Olimpico dell’Università Centrale alle 15:30 e hanno bisogno di una vittoria per sperare di tornare in classifica e assicurarsi un posto nella Coppa del Mondo.

La Vinotinto è ultima in classifica con appena quattro punti in dieci gare disputate finora nella sfida sudamericana. (Dottoressa)

READ  Non puoi pretendere di vincere trofei