Settembre 17, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La missione dell’Etiopia presso le Nazioni Unite condanna il massacro di oltre 100 bambini ad Afar

Ti sei registrato con successo
Fare clic sul collegamento nell’e-mail inviata a

internazionale

Tutte le notizie dal mondo nello stesso portale di informazioni. Tieni d’occhio ciò che sta accadendo in diverse parti del mondo.

Mosca (Sputnik) – La Missione permanente dell’Etiopia presso le Nazioni Unite ha condannato il massacro di 240 civili, tra cui 107 bambini, perpetrato il 5 agosto scorso dal Fronte popolare di liberazione del Tigray nella regione di Afar.

“L’uccisione di massa di bambini nell’Afar e l’uso dei bambini in combattimento è inimmaginabile e costituisce una guerra contro il futuro dell’Etiopia. La comunità internazionale deve prendere atto della deplorevole sfida del Fronte di Liberazione Moro Islamic Liberation Front al cessate il fuoco e la sua incursione nelle regioni di Afar e Amhara.” La Commissione Diplomatica ha pubblicato sul suo account Twitter.

Poche ore prima, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) si era detto “profondamente preoccupato” per le notizie secondo cui più di 200 persone, tra cui più di 100 bambini, sarebbero state uccise in attacchi contro le famiglie sfollate che si erano rifugiate in un centro sanitario e scuola del circondario Afar giovedì 5 agosto.

READ  Una depressione tropicale unica passa sopra la provincia di Villa Clara - Juventud Rebeldi

L’intensificarsi dei combattimenti nell’Afar e in altre aree adiacenti al Tigray è disastroso per i bambini. Questo arriva dopo mesi di conflitto armato nel Tigray che ha messo quasi 400.000 persone, tra cui almeno 160.000 bambini, in condizioni di carestia”, ha affermato il direttore esecutivo dell’UNICEF Henrietta Fore.

Questa agenzia delle Nazioni Unite stima che quattro milioni di persone nel Tigray e nelle vicine regioni di Afar e Amhara stiano vivendo una situazione di crisi o di insicurezza alimentare che si avvicina allo stato di emergenza. Più di 100.000 persone sono state sfollate a causa dei recenti combattimenti, unendosi ad altri 2 milioni di persone precedentemente costrette a fuggire dalle proprie case. L’UNICEF stima che il numero di bambini che soffrono di malnutrizione pericolosa per la vita nel Tigray aumenterà di dieci volte nei prossimi 12 mesi.

È stata Al Jazeera TV a riportare domenica 9 il massacro di 240 civili, tra cui 107 bambini, ad Afar, secondo l’agenzia di stampa etiope.