Dicembre 7, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia afferma che le forze ucraine hanno attaccato la centrale idroelettrica di Kakhovka

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2022 – 11:34

MOSCA, 6 novembre (EFE): domenica le autorità imposte dalla Russia nella regione ucraina di Kherson hanno accusato le forze di Kiev di aver attaccato con missili la centrale idroelettrica di Nueva Kazhovka e di aver causato una “catastrofe umanitaria”.

“Le forze armate ucraine non stanno rinunciando ai loro sforzi per distruggere la diga della centrale idroelettrica di Kakhovka e stabilire il quartier generale di un disastro umanitario”, ha affermato l’agenzia di stampa TASS citando un portavoce dei servizi di emergenza locali.

La fonte ha aggiunto che Kiev ha attaccato questa mattina la centrale idroelettrica con sei missili “HIMARS”.

“Le difese aeree hanno intercettato cinque missili, ma un missile ha colpito la diga di Kakhovka, causando distruzione”, ha detto.

Secondo l’esperto militare russo Vladislav Shurygin, la notizia dell’attacco alla centrale idroelettrica, che è un punto chiave per il futuro arrivo delle truppe ucraine a Kherson, significa che Kiev inizierà un’offensiva contro la città, l’unica capitale regionale occupata dai russi. Dall’inizio della campagna militare in Ucraina.

Allo stesso tempo, l’analista, riportato da Radio Govorit Moskva, ha osservato che la serratura non potrebbe essere distrutta con un missile con difficoltà, quindi le conseguenze dell’attacco in corso non dovrebbero essere gravi.

Le sue parole sono state confermate dal rappresentante delle autorità di New Kakhovka, che ha detto all’agenzia RIA Nóvosti che la situazione era “sotto controllo” e che i danni “non erano critici”. EFE

alce / rml

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.

READ  Il Vietnam celebra la riunificazione con un passo deciso verso gli obiettivi del 2022 (+ video)