Giugno 28, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Argentina annuncia che terrà un vertice della Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi | Notizia

L’Argentina terrà un incontro della Comunità latinoamericana e caraibica (CELAC) in coordinamento con l’Undicesimo Vertice delle Americhe, che si terrà nel giugno di quest’anno negli Stati Uniti.

Leggi anche:

Il presidente Argentina sottolinea l’importanza dell’accesso all’istruzione

I funzionari hanno notato che “l’evento si svolgerà in parallelo, senza entrare in conflitto con i programmi, e lo spirito è quello di rimanere uniti come un blocco” nel Paese sudamericano che detiene la presidenza ad interim della Comunità degli Stati latinoamericani e caraibici.

All’evento parteciperanno Cuba, Venezuela e Nicaragua, paesi esclusi dal paese ospitante dell’undicesimo vertice che si terrà a Los Angeles, in California.



Secondo fonti locali, l’evento parallelo è coordinato dal ministro degli Esteri argentino Santiago Cafiero e dal suo omologo messicano Marcelo Ebrard nei loro recenti incontri.

Oltre a questo incontro è stata discussa la possibilità per i Paesi esclusi di partecipare tramite piattaforme digitali o in presenza di inviati a discussioni sulla salute, in quanto finora non sono state annunciate eccezioni.

Il presidente argentino Alberto Fernandez ha espresso il suo disaccordo con le eccezioni al consigliere del governo statunitense Christopher Dodd durante la sua visita a Casa Rosada.

Secondo la portavoce presidenziale, Gabriella Cerruti, il presidente ritiene che “il Vertice delle Americhe dovrebbe essere un vertice senza eccezioni”. E questa posizione è difesa non solo da lui, ma dal ministro degli Esteri Cafiero nei precedenti forum di discussione. verso l’alto.

READ  Incontro ad alto livello tra Stati Uniti e Messico su immigrazione e sicurezza delle frontiere

A proposito, il presidente Fernandez ha denunciato l’imposizione dell’embargo economico a Cuba e Venezuela da parte degli Stati Uniti, che si è intensificato dopo l’epidemia di Covid-19 durante la terza riunione regionale dei ministri dell’Istruzione dell’America Latina e dei Caraibi, tenutasi a l’argentino Palacio San Martin.

Sebbene l’Argentina non abbia confermato la sua presenza al vertice, il presidente ha dichiarato che il suo Paese “lavorerà per il successo del vertice con tutti”.