martedì, Luglio 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Le tabelle valutarie delle banche risentono della diminuzione del volume degli scambi.

Bloomberg — La bassa volatilità del mercato ha colpito gli sportelli di cambio valuta, riducendo gli spread delle banche, tagliando le entrate e minando la ripresa dalla recessione subita durante la pandemia di COVID-19.

I ricavi del trading Forex sono diminuiti del 15% nel primo semestre rispetto all’anno precedente, Secondo i dati delle 100 principali banche compilati da BCG Expand Research con sede a Londra. Senza una ripresa nella seconda metà, le entrate potrebbero avviarsi verso il secondo calo annuale in tre anni dopo il crollo del 2021.

Il trading debole è stato un tema dei recenti risultati bancari, con istituzioni tra cui Goldman Sachs Group Inc.P) e BNP Paribas SA annunciano una riduzione dell’attività nel reddito fisso, nelle valute e nelle materie prime.

Ciò riflette in parte i difficili confronti con l’anno precedente. La volatilità valutaria ha registrato una tendenza al ribasso dalla fine del 2022, dopo che l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, insieme al ciclo di inasprimento più aggressivo delle banche centrali dagli anni ’80, ha devastato i mercati valutari lo scorso anno.

Ora, le banche centrali sono passate alla modalità di osservazione dei dati e i dati economici sono contrastanti, lasciando i trader a grattarsi la testa su quali scommesse fare. Ciò ha comportato una minore volatilità tra le coppie di valute e intervalli di negoziazione più ristretti riducono gli spread che le banche possono addebitare.

L’incertezza macroeconomica ha anche portato alcuni clienti a ritirarsi dal mercato, con i volumi di cambio spot in calo del 7% nella prima metà del 2023, secondo Expand. In termini di clienti, l’attività degli hedge fund è diminuita del 3%, l’attività di denaro reale è rimasta stabile e il volume dei clienti aziendali è aumentato del 6%.

READ  Il 41% dei colombiani ha un reddito solo per sopravvivere, secondo lo studio

“I margini nelle operazioni spot e forex spot sono stati ridotti a causa della bassa volatilità”, ha affermato Rishi Bavega, Principal di Expand. Egli ha inoltre sottolineato l’impatto dell’aumento del commercio elettronico e dei partecipanti al mercato.

Le valute dell’America Latina sono state caratterizzate da una forte crescita dei volumi di scambio, trainata dalla domanda di carry trading. Secondo EXPAND, le banche hanno visto i volumi degli scambi di real brasiliano, peso cileno e peso colombiano crescere del 10-20% nella prima metà dell’anno.

Maggiori informazioni su Bloomberg.com

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles