Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Linda Caicedo ha diciotto anni

Linda Caicedo ha diciotto anni

Il precoce prodigio colombiano sta diventando maggiorenne. Già internazionale con la sua squadra in tutte le categorie, Linda Caicedo-Alegria compie 18 anni mercoledì, il momento tanto atteso che le permette di fare il tanto atteso salto nel calcio europeo. Il giorno prima aveva giocato la sua ultima partita da minorenne con la Colombia, contro il Messico, pareggio di un gol in territorio azteco, offuscato dalle enormi aspettative suscitate dal potenziale acquisto di Linda, come tutti la conoscevano, dal Real Madrid, e che la stampa colombiana darebbe per scontata.

Caicedo, secondo alla Copa América in Colombia e alla Coppa del Mondo Under 17 in India, ha guadagnato tutti i tipi di distinzioni in un fantastico torneo del 2022, incluso l’MVP del torneo sudamericano. Può raggiungere un record straordinario, un altro, se segna almeno un gol nel torneo di Coppa del Mondo femminile che si svolgerà tra luglio e agosto in Australia e Nuova Zelanda, per il quale la Colombia si è già qualificata – grazie, appunto, alla sua partecipazione a la Coppa America. Se ci riescono, avranno segnato in un anno ai Campionati del Mondo di tutte le categorie: sub17, sub20 e superiori. Una scheda informativa illustrativa dell’incredibile ascesa di una stella del calcio femminile in erba che trasudava fiducia in se stessa.

Linda è pura gioia sul campo, dice l’ex calciatrice professionista Nicole Regnier. “È senza dubbio la giocatrice più talentuosa di sempre in Colombia, non vedevo in lei un cambio di ritmo come Linda Caicedo”, dice il commentatore di ESPN, che la descrive come abile, sbilanciata e molto audace nel giocare a calcio, la tipo di atleta che fa alzare la folla. Ai suoi cambi di ritmo aggiunge tecnica, dribbling, corre bene in avanti, sa tenere la palla incollata al piede, “è un leader e ha un’umiltà incredibile”, aggiunge nella sua descrizione.

READ  Salernitana - Inter, anticipazioni: dati, informazioni, data, ora e tv

Si parla di Caicedo da quando aveva 12 o 13 anni e giocava per le squadre della Valle del Cauca, dice Regner, che è anche lui della stessa divisione e ha giocato con la sua squadra ai Mondiali del 2015 in Canada e alle Olimpiadi di Rio del 2016. Linda ha sempre fatto la differenza. L’età non è mai stata un ostacolo per mostrare il tuo calcio. Il talento era così grande che l’era è passata in secondo piano. Cresciuta fin da piccola e assumendosi questa responsabilità, oggi è una giocatrice matura capace di affrontare qualsiasi sfida. Sono sicuro che si adatterà perfettamente e ci vorrà un po’ di tempo prima che si adatti e cominci a brillare”, lo ha inondato di complimenti.

Nonostante il suo recente 18esimo compleanno, Caicedo arriverà in Europa con un curriculum da veterano: quattro stagioni da professionista nel campionato colombiano, e due titoli, uno con l’America e uno con Cali. Ha esordito a soli 14 anni nel 2019 con i “Red Devils”, e nella stessa stagione è stata campionessa e primatista del torneo. Già con Cali, rivale nel cortile, ha alzato nuovamente il trofeo nel 2021. “La cosa più importante nelle operazioni è crederci. Sono cresciuta con gli uomini ed è stato un processo bellissimo che mi ha aiutato con il mio gioco. Il calcio femminile e femminile ha circostanze imbattibili, ma abbiamo bisogno del loro supporto che Caicedo ha chiesto al suo arrivo in Colombia dopo il Mondiale Under 17.

In tutta la Colombia, le imprese di Linda sono state assistite da nuove generazioni di fan, come tutti la conoscono. “Il mio sogno è essere Linda Caicedo dos”, ha detto candidamente questo mese Aisha, una giocatrice della squadra di calcio femminile e giovanile Panteras Prietas di San Basilio de Palenque. Un pezzetto d’Africa in ColombiaLa città di circa 3.500 abitanti conserva l’eredità dei Maroon che si ribellarono alla schiavitù in epoca coloniale. Lì e in molti altri luoghi, Caicedo è lo standard imprescindibile per le nuove generazioni. Oggi molte ragazze lo vorrebbero Bei caicedosE questo dovrebbe essere utilizzato per migliorare le condizioni delle donne colombiane che vogliono diventare calciatrici”, osserva la giornalista Carolina Castellanos.

READ  Gli emoji più usati su Facebook e Instagram secondo Meta (e ti sorprenderà) | tecnologia

le notizie

Analisi di attualità e le migliori storie dalla Colombia, ogni settimana nella tua casella di posta

Ricevimento

Il vantaggio sta sulle spalle dei giganti. O almeno i pionieri che hanno lasciato terreno fertile per emergere. La migliore generazione di calciatori colombiani, esplosa più di un decennio fa, è stata soprannominata le Supergirl. Queste squadre hanno raggiunto il secondo posto in Copa América nel 2010 e nel 2014, oltre a qualificarsi per la Coppa del Mondo nel 2011 e nel 2015 e per i Giochi Olimpici nel 2012 e nel 2016. Con questo background, all’inizio del 2017, la prima si è giocata una partita di campionato femminile. Da allora hanno superato un ambiente ostile e denunciato le loro condizioni di lavoro poco dignitose in una lunga lotta con i dirigenti. Hanno anche sollevato il titolo All-American 2019, lo stesso anno in cui Linda Caicedo ha fatto il suo debutto professionale.

Oltre a ciò che ha realizzato d’ora in poi, Caicedo rappresenta il trionfo del calcio femminile in termini di operazioni, iniziate negli anni ’70 e ’80 in modo organizzato in Colombia e che hanno dato risultati notevoli nel generare punti per le “superpotenze” Carolina Jaramillo, autrice Palla di cristallo. Storia del calcio femminile in Colombia. Sottolinea che “Linda ha visto tutta questa giovanissima generazione, e sono stati loro a spianare la strada, quelli che hanno iniziato a suonare nei club in Europa e per essere visibili alla gente, per ottenere certe vittorie”. “Linda rappresenta una gamer nera, di classe umile, avanzata e ormai d’élite. È una gamer che ha presentato la sua amica sui social network, in maniera del tutto naturale, senza pregiudizi, mostrandosi semplicemente come una ragazza di 17 anni felice, chi vuole conquistare il mondo, talentuoso Cheerful, si distingue.

READ  Mexico Open 2022: Alexander Zverev perde la testa ad Acapulco e sfiora l'arbitro!

I “superpoteri” hanno spianato un po’ la strada a questa nuova generazione, ma questa generazione è molto più completa della nostra”, valori regnanti. “Eccelle nel calcio, ha una mentalità molto diversa”. L’obiettivo era la qualificazione al Mondiale, poi adesso vogliono vincerlo, spiega, aggiungendo l’esempio di una squadra under 17 arrivata in finale, con Linda Caicedo capitano e capitana.

Iscriviti qui Alla newsletter di EL PAÍS sulla Colombia e ricevi tutte le informazioni essenziali sull’attualità del paese.