Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia ha fatto il primo passo per introdurre il reato di “omicidio in mare”.

L’Italia ha fatto il primo passo per introdurre il reato di “omicidio in mare”.

Roma, 21 feb. Dopo il tragico incidente del 2021 sul Lago di Garda (Nord) che ha ucciso due giovani, oggi il Parlamento italiano ha compiuto il primo passo per introdurre il reato di omicidio colposo via mare nei casi di guida in stato di ebbrezza.

Il Senato ha approvato con 140 voti favorevoli e tre astenuti il ​​disegno di legge che introduce nel codice penale il reato di omicidio colposo marittimo, amplia la dottrina dell’uso su strada, e il testo ora deve ricevere il sì dalla Camera dei Deputati.

Il piano è stato promosso dal senatore Gianni Perino di Fratelli d’Italia e mira a colmare una “lacuna normativa” nell’ordinamento giuridico italiano e ad inasprire le pene per omicidio colposo in incidenti nautici.

A tal fine, le pene per l’uccisione o comunque il ferimento di una persona in un incidente stradale sono estese a 12 anni di reclusione per omicidio in stato di ebbrezza.

Dopo la tragedia sul lussuoso Lago di Garda del 19 giugno 2021, due giovani sono stati travolti e uccisi da una barca guidata da due turisti tedeschi ubriachi che non si sono nemmeno fermati ad aiutarli.

Dopo un processo di cinque mesi, nel marzo 2022, i tedeschi – uno è stato condannato a due anni e mezzo di carcere, e l’altro, che guidava, a quattro anni e mezzo – meno del aveva chiesto la Procura.

Queste condanne, molto inferiori a quelle volute dall’accusa, hanno portato a richiedere sanzioni più severe nell’ordinamento giuridico italiano. EFE

GSM/FPA