Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Piattaforma di lancio SpaceX vicino all’area faunistica

Piattaforma di lancio SpaceX vicino all’area faunistica

Bloomberg – utilizzato da SpaceX La costruzione di una piattaforma di lancio adiacente a un rifugio per la fauna selvatica del Texas per un secondo volo di prova del razzo Starship ha attirato nuove critiche da parte di gruppi ambientalisti su come il sito abbia ottenuto l’approvazione della Federal Aviation Administration.

Ora afferma che una coalizione che comprende l’American Bird Conservancy e una tribù di nativi americani ha intentato una causa contro il regolatore federale dopo il rilascio iniziale di aprile L’agenzia non ha risposto alle loro preoccupazioni e non ha seguito la procedura appropriata prima di approvare un secondo voloavvenuto nel mese di novembre.

In una denuncia rivista presentata venerdì, la coalizione ha ribadito la sua richiesta che un giudice ordini alla FAA di condurre revisioni e analisi ambientali più complete del sito di lancio di SpaceX. Ciò potrebbe ritardare le future licenze dell’azienda.

La Federal Aviation Administration ha rifiutato di commentare. I rappresentanti di SpaceX non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Il sito noto come Starbase si trova all’estremità meridionale del Texas, circondato da un rifugio faunistico che ospita molte specie in via di estinzione o minacciate. Comprese le aree di nidificazione dei pivieri.

Il lancio del 20 aprile ha diffuso una nuvola di cemento frantumato a più di sei miglia dalla piattaforma di lancio, insieme a pezzi di acciaio e altri detriti, attraverso la proprietà di SpaceX. Un parco statale adiacente confina con la valle del Rio Grande e il Golfo del Messico.

La denuncia modificata di venerdì sostiene, tra le altre cose, che la FAA ha eluso la propria responsabilità ai sensi della legge sulla politica ambientale nazionale. La FAA ha supervisionato una sfortunata indagine, condotta da SpaceX, dopo il lancio di aprile, che ha individuato le azioni correttive che la società deve intraprendere per prevenire danni futuri. Ma, La coalizione sostiene che la FAA debba condurre ulteriori analisi attraverso la NEPA prima di approvare un secondo lancio.

READ  Theozou Market Producer/Portafoglio aziendale e situazione finanziaria - Sportlepsia

Il lancio, avvenuto il 18 novembre, fu molto meno distruttivo dell’operazione di sette mesi prima. L’azienda aveva modificato il sito per aggiungere un’enorme piastra d’acciaio sotto la piattaforma di lancio del razzo, che sputa grandi quantità di acqua verso l’alto durante il decollo. Quello che è noto come il sistema delle acque di inondazione. Quando il razzo è decollato, i detriti erano molto meno sparsi e il CEO di SpaceX, Elon Musk, ha detto che la piattaforma di lancio era lì. “Condizioni eccellenti” Dopo la missione.

Tuttavia, la coalizione ha affermato nella sua istanza in tribunale che la FAA non aveva fatto abbastanza per stabilire che i lanci futuri non avrebbero causato danni ambientali significativi.

“La FAA non ha fornito alcuna analisi sull’adeguatezza della piattaforma di lancio rielaborata e del sistema idrico a diluvio”, Inoltre non offriva alternative al nuovo design dei pannelli in acciaio implementato da SpaceX. “che non sono mai stati utilizzati in nessun’altra struttura di lancio”, secondo il documento. .

Il caso è Center for Biological Diversity v. FAA, 23-1204, Corte distrettuale degli Stati Uniti, Distretto di Columbia (Washington).

Maggiori informazioni su Bloomberg.com