Maggio 18, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scienza. – Nuovo duo di eclissi che accumula tratti rari

Madrid, 14 (stampa europea)

L’applicazione di un modello che aiuta a prevedere i tipi di pianeti in orbita attorno a stelle lontane ai dati della missione TESS della NASA ha rivelato un sistema stellare binario unico.

Kevan Stasson, professore alla Vanderbilt University e capo del team che ha creato il nuovo modello, spiega come diversi componenti chiave lo rendano così raro.

I sistemi stellari binari non sono rari nell’universo, ma una delle caratteristiche insolite dell’universo è il loro orientamento. Se viste dalla Terra, le stelle sono superiori l’una all’altra. Ciò consente ai ricercatori di calcolare più facilmente importanti caratteristiche delle due stelle, come la loro massa e luminosità.

Inoltre, le stelle possono cambiare dimensione e luminosità in un processo noto come pulsazione e gli studi su queste pulsazioni consentono agli astronomi di studiare il funzionamento interno delle stelle, in modo simile agli scienziati sulla Terra che usano le vibrazioni dei terremoti per studiare la struttura interna della Terra . . Esistono due tipi insoliti di pulsazioni stellari, ognuno dei quali offre una visione diversa e complementare degli interni stellari. Una delle stelle in questo sistema stellare binario trovato dal team di Stasson mostra una combinazione delle due.

Le stelle che mostrano uno di questi comportamenti pulsar sono molto rare; Una stella che mostra un comportamento pulsante ibrido è più di questo, ha detto Stasson in una dichiarazione.

Quindi, questa singola stella ha un forte campo magnetico, che è certamente insolito per una stella ibrida pulsar, e potrebbe essere una componente chiave mancante dalle attuali teorie per comprendere le prime fasi dell’evoluzione stellare.

READ  Questa potrebbe essere la data di rivelazione del nuovo Call of Duty: Modern Warfare 2

Infine, secondo Stason, “Questa è la prima volta che una di queste rare pulsar magneto-ibride che fanno parte di un ammasso stellare viene trovata e fanno anche parte di un sistema binario a eclisse. Sembra molto improbabile che TESS ne scopra un’altra star con tutti questi tratti insieme.

Anche il dottorando Dax Velez ha svolto un ruolo importante in questo progetto. Unisciti al laboratorio come borsista attraverso il programma Fisk-Vanderbilt Masters-PhD Bridge.

Secondo Velez, “La scoperta di questo raro sistema stellare binario a eclisse fornisce un ottimo test per capire come si evolvono i binari stellari nel tempo. Con la missione TESS che continua a osservare vaste parti del cielo, sistemi stellari come HD 149834, trovati negli ammassi stellari , può aiutarci a capire meglio l’evoluzione delle stelle.”