Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Volta continua con un accento australiano: Groves, vincitore

La Volta a Catalunya ha visitato la città francese di Perpignan per la terza edizione della sua storia, la precedente era il 1955. È un giorno in cui, a differenza dell’apertura, il sole splende e il tempo lascia dietro di sé la pioggia. Dovrebbe continuare ad apparire durante la settimana. La vittoria è andata all’Australian Groves, che ha preso il posto del compagno di squadra Matthews, vincitore al St. Filio, che questa volta era il giocatore di bocce. Alla partenza della Scala, molti sono stati i corridori che hanno ricordato Colbrelli, entrato lunedì a Girona dopo un arresto cardiaco, inviando messaggi di incoraggiamento all’italiano, compreso Valverde, e con relativa calma dopo la bella notizia arrivata dall’ospedale .

La pausa si è formata presto, con solo nove chilometri percorsi e tre membri: il norvegese Jonas Hvideberg (DSM), che ha ripetuto la pausa e ha vinto il primo premio per essere stato il leader della classifica generale grazie ai bonus di entrambe le giornate, Joan Poe (Uskatel) , Adria Moreno (Burgos). Notevole è lo stato di quest’ultimo pilota, che ha 30 anni e sta gareggiando nella sua prima stagione completa nel team della classe Pro Continental. “L’anno scorso un mio compagno di squadra mi ha chiesto se non avessi partecipato alla Volta. Ho detto che questa era una gara di alto livello e un anno dopo ne sono entrato a far parte”, ha detto prima di iniziare questa edizione. Un’avventura a tre, con il mare da una parte e quella per cinque minuti di noleggio, terminata a 29 chilometri dal traguardo.

Tuttavia, la giornata non era tranquilla, tutt’altro. Ci furono molte vittime, come l’omicidio di Jack Haig all’inizio, e altre durante la manifestazione, come l’omicidio di Richie Porte, il secondo nell’ultima versione, caduto a terra dopo essere caduto da un piccolo livello al terzo posto. luogo. Uno dei momenti più strani si è verificato quando tre corridori, tra cui Mikel Bazacara, sono andati dall’altra parte dell’autostrada in una deviazione, avanzando fino a quando si sono resi conto che la media non era finita. Dovevano scendere dalla bici e saltare oltre il muro. Poi la tensione è aumentata e due passeggeri che aspiravano a guidare le auto pubbliche si sono trovati nei guai: Simon Yates e Carlos Rodriguez. Prima che Soler si metta nei guai, è a terra su una scogliera e Souza.

READ  I Maffes hanno confermato che Luka Doncic salterà la seconda partita contro gli Utah Jazz

Ciò ha portato 40 corridori a vincere sul traguardo di Perpignan, dove il sole si asciuga con i suoi ultimi raggi di sole. In un acceso duello, Groves ha battuto il Bauhaus per riempire di felicità il BikeExchange… con il rimpianto del piccolo Yates per aver perso tempo. Matthews, in maglia di capitano, ha giocato perfettamente come tiratore e suo compagno di distanza. Volta parla australiano, anche se il leader, sorprendentemente grazie a ricompense medie e attenendosi al gruppo principale, parla norvegese. Hvideberg, dopo essere stato in fuga e neutralizzato, è arrivato 14°. Ha ottenuto il suo premio. Tra gli spagnoli, Ayuso è 13, con Valverde 23. Entrambi, ben piazzati in classifica in vista della prima grande prova acida della Volta: il punteggio con l’arrivo a La Molina (12,1 km al 4,5%). È il momento dei preferiti.