Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Zelensky sospende le attività di almeno 11 partiti politici in Ucraina

Domenica il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha annunciato che durante il periodo di legge marziale in vigore sono state sospese le attività di almeno 11 partiti politici, “di fronte alla guerra su vasta scala condotta dalla Federazione Russa e dal legami tra alcuni di loro con questo Paese”.

Zelensky, in un video pubblicato sul sito web della presidenza ucraina, ha riferito che il Consiglio nazionale di sicurezza e difesa dell’Ucraina ha deciso di sospendere l’attività di almeno 11 formazioni politiche, tra cui: “Piattaforma di opposizione – per la vita”, “Partito della Sharia ”. “,” Il nostro “,” Blocco di opposizione “,” Opposizione di sinistra “,” Unione delle forze di sinistra “,” Stato “,” Partito socialista progressista ucraino “,” Partito socialista”, “Socialisti” e “Blocco Vladimir Saldo” , tra gli altri.

“A causa della guerra su larga scala condotta dalla Federazione Russa e dell’associazione di alcune strutture politiche con questo Stato, qualsiasi attività dei vari partiti politici è stata sospesa durante la legge marziale”, che è stata imposta lo stesso giorno dell’invasione russa, l’ultima 24 febbraio, disse Zelensky.

Il comunicato aggiungeva che il ministero della Giustizia era chiamato a “prendere immediatamente misure globali per vietare le attività di questi partiti politici nel modo prescritto”.

Il presidente ucraino, leader e fondatore del partito “Servo del popolo”, ha affermato che “tutti devono ora prendersi cura degli interessi del nostro Stato”.

“Voglio ricordare a tutti i politici di qualsiasi campo: i tempi di guerra mostrano bene la mancanza di ambizioni personali di coloro che cercano di porre le proprie ambizioni, il proprio partito o la propria carriera al di sopra degli interessi dello Stato e degli interessi del popolo”. sovrano ucraino.

READ  Il Ministro degli Esteri cubano parla con la Missione Al Jazeera nella Repubblica Dominicana - Escambrai

Ha avvertito che qualsiasi attività dei politici “mirata alla divisione o alla cooperazione non avrà successo, ma dovrà affrontare una risposta difficile”.