Maggio 16, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Conferma della diffusione dell’influenza nel Ministero dell’Istruzione brasiliano

In un’audizione pubblica presso il Comitato per l’Educazione di quella congregazione, le autorità hanno confermato che la mediazione è stata svolta dai sacerdoti Arielton Mora e Gilmar Santos, associati al ministero della Chiesa di Tutto Cristo, di Goiânia, la capitale dello stato di Goiás.

Le accuse apparse sulla stampa hanno causato la caduta il 28 marzo dell’ex ministro dell’Istruzione Milton Ribeiro, anche lui sacerdote protestante.

Ribeiro è oggetto di indagine per presunto favore del rilascio di risorse alle regioni attraverso la mediazione di due sacerdoti amici del governo di Jair Bolsonaro.

Secondo la relazione del sindaco Gilberto Braga, del comune di Luis Dominguez, nello stato di Maranhão (nordest), era ricercato nell’aprile dello scorso anno, quando si trovava a Brasilia per un evento del ministero alla presenza di Ribeiro . E molti ritagli.

Un gruppo di 20-30 persone è andato a mangiare in un ristorante e lì Braga ha detto che Mora lo ha interrogato sulle richieste del comune.

Il sacerdote ha chiesto che fossero pagati 15.000 riyal (circa $ 3.000) per “fare domanda” per l’istruzione.

Allo stesso modo, dopo aver liberato le risorse, il devoto direbbe che il sindaco dovrebbe dargli un “chilo d’oro”.

Braga ha aggiunto prima di ordinare che non ha detto “no sì e no no” ed è andato a mangiare. Ha commentato che non era stato effettuato alcun pagamento e che il ricorrente non era stato rilasciato.

Anche un altro sindaco, Kelton Pinheiro, del comune di Bonvinópolis, nello stato di Minas Gerais (sud-est), ha confermato i senatori con i dettagli di una situazione simile.

Ha sottolineato che Mora e Santos hanno ricevuto una tangente di 15.000 riyal per consentire la costruzione di una scuola con 12 aule nella zona.

READ  La Bolivia ribadisce che non accetterà un patto di silenzio sul golpe

Secondo le denunce, anche senza accuse formali, i patroni avevano libertà di movimento nel campo dell’istruzione e mediavano le richieste comunali con Ribeiro.

In una clip audio ottenuta dal quotidiano Folha de São Paulo e in rapporti del quotidiano O Estado de São Paulo, l’ex ministro è implicato in un piano di corruzione.

Sebbene in una lettera abbia cercato di prendere le distanze dal caso, in una conversazione registrata, Ribeiro ha convenuto di aver ricevuto da Bolsonaro una commissione per liberare risorse e indirizzarle verso i comuni collegati a due città.

Nella registrazione, ha indicato che si trattava di “una richiesta speciale del Presidente della Repubblica”.

jha / ocs