Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fils, la meraviglia fisica della prossima generazione

Fils, la meraviglia fisica della prossima generazione

Oltre ad essere il giocatore con il miglior punteggio in Finali ATP NextGen, Arthur Fels, Venerdì si qualifica per le semifinali, è la meraviglia fisica della generazione di tennisti under 21 che gareggia in questi giorni a Jeddah. Il 19enne francese, 36° nella classifica mondiale, lo ha dimostrato nella sua prima gara di tennis combinataChe si è svolto nella seconda città più grande del Regno dell’Arabia Saudita parallelamente al torneo.

Fils, alto 1,85 metri e pesante circa 83 chilogrammi, si distingue… Campo baseun evento simile a progetto combinato Subordinare NBA O la NFLdove i giovani che aspirano ad entrare nella North American Basketball League si sottopongono ad una serie di test biomeccanici, prove di forza e agilità, oltre ad esercizi di tiro, Prove prestazionali, antropometriche e visite mediche.

Lui Campo base, al momento, non è esaustivo. In questa prima edizione, sette degli otto tennisti impegnati nelle ATP Finals (solo il serbo Hamad Medjidovic, È stato un po’ toccato dalle convulsioni patite nella partita contro l’americano Alex Michelsen. Hanno partecipato a quattro sfide: salto verticale, sprint di 10 metri, esercizio 5-0-5 ed esercizio a stella.

Fils è stato il migliore di sempre. Ha saltato di 51 cm, uno in più dell’italiano Flavio Copoli e cinque in più del giordano Abdullah Shalabia. Poi ha coperto la distanza di 10 metri in 1,72 secondi, davanti a Shelbayeh (1,75) e all’italiano Luca Nardi (1,76). Il test 5-0-5 è stato completato in 5,21 secondi. Consiste nel rispondere ad un segnale luminoso e accelerare di sei metri verso il bersaglio, per poi tornare alla posizione iniziale. Il secondo è Copoli (5,35) e il terzo è Nardi (5,36).

READ  Come tornano in Europa Jimenez, Santi e gli "ambasciatori"?

Hanno brillato anche gli italiani

Nell’esercizio a stella, utilizzando semafori interattivi e cancelli di cronometraggio, i giocatori di tennis partivano dal centro della linea di fondo e dovevano completare cinque round avanti e indietro in una formazione a stella, appena possibile. Dovevano sempre guardare verso la griglia e toccare il faro interattivo a terra in ogni punto della stella. Fils lo ha fatto in 16,27 secondi, battendo Nardi (16,60) e Coppoli (16,90), gli italiani protagonisti anche di Basecamp.

“È bello e sono felice di aver ottenuto dei buoni risultati. I ragazzi hanno fatto bene, ma io ho fatto meglio. È bello perché hai degli obiettivi. Faccio questi esercizi da solo e con il mio allenatore, ma qui è la prima volta che faccio un salto verticale. Odio perdere. “Se potessi spingere un po’ più forte, lo farei.”ha detto Arthur, favorito per vincere il titolo a Jeddah.

Segui il Canale Diario AS su WhatsAppDove troverai tutte le chiavi sportive per oggi.