Maggio 30, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli archeologi hanno scoperto i resti del più grande circo romano fuori dall’Italia, a nord di Siviglia

Gli archeologi hanno scoperto i resti del più grande circo romano fuori dall’Italia, a nord di Siviglia

L’inaugurazione dei nuovi stadi di calcio lo conferma: il potere si manifesta attraverso il lusso. Se è nel campo degli eventi e dell’intrattenimento tanto meglio. A Siviglia le novità tornano a rivivere I veri Betti, che sta progettando una storica riqualificazione del suo stadio di calcio. Ma queste creazioni faraoniche potrebbero essere storiche nel tempo?

Il Betis è a 10 chilometri dallo stadio. Sepolto sotto strati di terra e secoli, un altro monumento allo spettacolo e al lusso che, all’epoca, sembrava eterno ai suoi creatori. È lui Circo Romano d’Italica Trovato sotto il suolo dell’attuale città Pentole di sabbiaA nord di Siviglia.

Il rivoluzionario è stato confermato scientificamente da un team di geologi Università di Siviglia e geofisici Università di Granada, tra gli altri ricercatori finanziati dalla Junta de Andalusia. IL Cercatori di circo Monitorano il sottosuolo di Bedika dal 2008. Hanno trovato il fiore all’occhiello con il Circo Italica.

“Ciò che abbiamo trovato a Italica supera le nostre aspettative”, ha detto a ElPlural.com il direttore delle indagini, un archeologo. Alejandro Jimenez Hernandez. Dottore in geografia e storia americano, è uno dei massimi esperti di edilizia pubblica e spettacolo a Roma e, per lungo tempo, una delle voci che affermava che a Italica doveva esserci qualcos’altro.

Secondo il geologo, non si tratta di una scoperta, ma di una presenza Enormi compiti amministrativi che necessitano di essere supportati scientificamente. Stabilizzazione di massicce strutture in lastre di cemento profonde sei metri mediante LIDAR, rilevamento geofisico e tomografia di resistività elettrica per stabilizzare le fondazioni del circo C’è un circo con una lunghezza di 532 metri e larghezza da 140 metri a 155 metri.

READ  Gli indici dell'Italia chiudono al rialzo; Investing.com Italia 40 0,81% da Investing.com

Arrenditi Il più grande circo romano Uno dei più importanti della penisola iberica e dell’intero impero, dopo il Circo Massimo di Roma, riempie di quell’adrenalina che alimenta chi non l’ha visto», ammette il ricercatore che può dire di si. il tuo Santo Graal. Anche se finora non ci sono prove, era sicuro che dovesse essere lì.

Rivoluzione in archeologia

“Quando ho cominciato a studiare non c’erano teatri romani in Spagna, nemmeno un circo,” spiega. Jimenez Hernandez. Oggi solo in Andalusia se ne contano né più né meno che 7. Dei 7 circhi, Jiménez Hernández lavorò in 4… “Ce ne sono sicuramente molti di più”, confermando che Bedica era una delle zone più prospere e influenti dell’impero, grazie al commercio dell’olio d’oliva e al peso politico. .

Il Circo Italica fa parte di un noto complesso in cui già spicca il noto anfiteatro, uno dei monumenti più visitati della zona. I resti del circo si trovano sotto l’area residenziale della cittadina di pendolari di Sandipones (8.507 abitanti). Ora arriva la fase in cui il LIDAR tocca le ossa rilevate dai raggi X. “I vicini non devono preoccuparsi, anzi, è un’ottima notizia”, ​​dice il ricercatore.

Siviglia, Cadice o Malaga, città viventi, mostra come l’archeologia moderna ci permetta di valutare ciò che resta e di rappresentarne il valore storico senza modificare la vita nel paesaggio. In effetti, Santiponce ha un altro argomento a favore del suo turismo culturale

La Spagna è uno dei pochi paesi in cui la tecnologia di analisi dello spettro è pubblica PNOA-LIDAR. Ora che è arrivata la fase elettorale, si apre un mondo enorme di possibilità per la conoscenza storica basata sul rigore scientifico, e la storia non è solo narrazioni politiche che forniscono generazioni, ma “uno strumento per la conoscenza storica di base”.

READ  I leader del G7 terranno questa domenica una videoconferenza sull'attacco dell'Iran a Israele, ha annunciato l'Italia

Una città come progetto di campagna

Nonostante l’enorme disparità e distanza da paesi come Italica, Riad o San Pietroburgo, c’è una cosa in comune. Sono città simboliche create dai loro leader in secoli diversi per trasmettere il loro messaggio al mondo. Città d’Italica AdrianaIl frutto della loro ambizione fu l’imperatore Adriano, che guidò Roma al suo apice tra il 117 e il 138 d.C.

Italica era una città nuova costruita nell’arco di due decenni, ed infatti, secondo gli studiosi, Adriano come principale promotore non la vide al suo massimo splendore. A Itlika vivevano circa 20.000 personeIl fatto che il circo avesse una capienza di 80.000 persone dà un’idea dell’eccessiva ambizione con cui l’imperatore ne ordinò la costruzione a Bedica.

Jiménez Hernández valuta che Italica non fu un polo di potere economico, demografico o politico, ma fu creata come città per la gloria dell’imperatore, rendendola “una città unica nel suo tempo”. “Adriano voleva rispondere a Roma, Italica è solo un gradino sotto la capitale come messaggio”, il che spiega l’eccessiva ambizione delle infrastrutture e dell’architettura degli spettacoli. Era il polo gravitazionale del lusso e del potere.

Tuttavia, tra il II e il III secolo, l’influenza di Italica e Bedica scomparve improvvisamente quando l’asse di gravità dell’Impero Romano si spostò sul Nord Africa e su Cartagine. Baetica si basa sul peso Olio d’olivaL’influenza economica alzò la voce dei suoi senatori, che, a loro volta, stabilirono imperatori come Traiano e Adriano nella regione.

Non ci sono spiegazioni convincenti per l’esaurirsi della discendenza Patic a Roma. Jiménez Hernández sottolinea le coincidenze nelle date dello tsunami che potrebbero cambiare la produttività dell’olio d’oliva, e i centri urbani dell’attuale Guadalquivir sono molto permeabili a questi eventi. “Ma non sappiamo cosa sia successo prima, se il cambiamento nella ricchezza della regione dovuto a questo evento abbia influenzato il peso dei senatori o se sia avvenuto il contrario”.

READ  Italia Argentina cerca medici e infermieri e offre uno stipendio da oltre 3mila euro: come e dove iscriversi

Ora che l’archeologia, i circhi e la promessa di nuove tecnologie di sorveglianza hanno aperto un nuovo mondo di possibilità, potremmo avere più risposte su chi siamo. Da parte sua, la comparsa del più grande circo romano dopo Roma, a nord di Siviglia, fornisce ulteriori argomenti al movimento sussidiario che propone Italica. Patrimonio mondiale dell’UNESCO.