Aprile 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gli italiani non rinunciano a festeggiare il Natale fuori casa – Viaggi e Turismo

Gli italiani non rinunciano a festeggiare il Natale fuori casa – Viaggi e Turismo

Ansamed – Gli italiani non rinunciano a festeggiare il Natale fuori casa, anche in uno stato di incertezza.
Sono infatti otto milioni e mezzo gli italiani che hanno fatto le valigie, ma il numero potrebbe aumentare se i due milioni di titubanti se ne andassero all'ultimo momento.
Sono i dati che emergono dall'avvicinamento al Natale dell'Osservatorio Turismo di Confcommercio con Swg.
La regina indiscussa del Natale è la montagna, scelta da 1 italiano su 3.
Città d'arte, città e grandi centri rappresentano un ulteriore 32% delle preferenze complessive, mentre le destinazioni costiere, scelte soprattutto da chi limita gli spostamenti entro i confini della propria regione, sono la meta del 21% della popolazione.
Il risultato è una meta panoramica che privilegia, tra l'offerta italiana, Lazio, Trentino-Alto Adige, Campania e Lombardia, mentre all'estero Francia, Germania, Inghilterra e Austria sono i Paesi più scelti dagli italiani per questo inverno.
Chi partirà per un viaggio lo farà tenendo conto della spesa, che in totale si aggirerà intorno ai 3 miliardi di euro.
La maggioranza, l’83%, resterà in Italia, nonostante la volontà di ritornare pienamente alle abitudini pre-pandemia. In aumento rispetto al 2022 si è però registrato i voli verso destinazioni estere, quasi tutte europee.
1 italiano su 4 approfitterà dell'intero ponte di Natale, concedendosi un soggiorno di 3 o 4 notti nella destinazione prescelta.
Nel frattempo, 1 su 5 di coloro che soggiornano più di 5 notti probabilmente combinerà Natale e Capodanno in una vacanza prolungata.
Per altri si tratterà di un soggiorno fuori casa per un massimo di due notti, prevalentemente in luoghi vicini a dove vivono o senza spostarsi dalla propria zona.
È proprio nell'ambito dei viaggi, favoriti anche dalle festività aggiuntive offerte quest'anno dal calendario, che si registrano segnali di vitalità particolarmente interessanti.
Rispetto al 2022, la quota di chi resterà comunque nell’area di residenza scende dal 57% al 40%, mentre la quota di vacanzieri che andranno oltre, e resteranno comunque in Italia, sale dal 36% al 44% . Anche la percentuale di coloro che pianificano un viaggio oltre confine è aumentata dal 7% al 17%. (Io dimentico).

READ  Truss promette un piano audace contro il costo della vita e la crisi energetica

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA