Aprile 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I pomodori stanno subendo un aumento del 400% dei loro prezzi in India

I pomodori stanno subendo un aumento del 400% dei loro prezzi in India

Nuova Delhi (CNN) – Dal pollo al burro a Paneer makhani La cucina indiana è impensabile senza l’onnipresente pomodoro.

Tuttavia, secondo gli agricoltori e gli esperti, questo alimento di base è scomparso dai menu delle case e dei ristoranti di tutto il paese dopo che i prezzi sono aumentati di oltre il 400% a causa dei fallimenti dei raccolti a seguito di ondate di caldo soffocante e forti piogge.

Un chilogrammo di pomodori venduti questa settimana nella capitale, Nuova Delhi, costa 138 rupie ($ 1,68), cinque volte di più rispetto alle incredibili 27 rupie ($ 0,33) registrate a gennaio, secondo dati Dal Dipartimento per i consumatori.

Asha, una casalinga di Washington DC che ha chiesto di usare solo il suo nome, ha detto alla CNN che l’aumento ha colpito duramente la sua famiglia di sette persone. Usa i pomodori in quasi tutti i piatti che prepara.

“Questo aumento dei prezzi dei pomodori ci colpisce molto”, ha detto. “incredibile”.

I pomodori sono parte integrante della nostra dieta vegetariana… [pero] Negli ultimi due giorni ho capito cosa sto cucinando perché è così costoso”.

La famiglia di Asha non è l’unica colpita. Alcuni ristoranti McDonald’s in tutto il paese hanno smesso di includere i pomodori negli hamburger come misura temporanea, citando problemi di qualità e carenze di approvvigionamento.

Connaught Plaza Restaurants, che gestisce i franchising McDonald’s nel nord e nell’est dell’India, ha affisso cartelli all’esterno dei ristoranti interessati affermando che “non erano in grado di ottenere quantità sufficienti di pomodori per superare i nostri severi controlli di qualità internazionali”.

Raghav Shadda, deputato del partito Aam Aadmi, tra gli altri, ha pubblicato le immagini degli striscioni sui social media.

READ  Mercado Libre violato, 300.000 dati rubati agli utenti - Notizie Tecnologia - Tecnologia

Anche McDonald’s non può più permettersi i pomodori. Shatha ha scritto su Twitter. “Sia nelle nostre case che nei nostri ristoranti, con l’inflazione fuori controllo, il governo ha trasformato i pasti felici in pasti tristi”.

Un fattore alla base dell’attuale carenza di pomodori è il clima estremo legato al cambiamento climatico, secondo Jocelyn Boitou, borsista post-dottorato presso il Tata Cornell Institute of Agriculture and Nutrition.

Nelle ultime settimane, l’India e altre parti dell’Asia sono state colpite da temperature estreme. A livello globale, la scorsa settimana ha visto la temperatura più calda mai registrata, secondo i dati di due agenzie di monitoraggio del clima per diversi decenni.

Temperature elevate e alluvioni

L’India di solito sperimenta ondate di caldo durante i mesi di maggio e giugno, ma negli ultimi anni sono arrivate prima e sono durate più a lungo.

L’India è stata colpita da un’ondata di caldo lo scorso aprile che ha portato le temperature a Nuova Delhi, la capitale del paese, a superare i 40 gradi Celsius (104 gradi Fahrenheit) per sette giorni consecutivi. E in alcuni stati, il caldo ha costretto le scuole a chiudere, i raccolti danneggiati e le forniture elettriche interrotte, poiché le autorità hanno avvertito i residenti di rimanere in casa e rimanere idratati.

Secondo l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), l’India è uno dei paesi più colpiti dalla crisi climatica, che potrebbe colpire 1,4 miliardi di persone in tutto il paese.

Gli esperti dicono che gli effetti a cascata saranno devastanti.

Secondo uno studio pubblicato ad aprile dall’Università di Cambridge, le ondate di caldo in India stanno ponendo un “onere senza precedenti” sull’agricoltura, l’economia e i sistemi sanitari pubblici del paese, paralizzando gli sforzi per raggiungere i suoi obiettivi di sviluppo.

READ  Il 14% delle aziende salvadoregne ha effettuato transazioni in BTC, secondo la Camera di Commercio di Cointelegraph

Secondo Poitou, solo poche regioni dell’India meridionale hanno condizioni adatte per la coltivazione dei pomodori durante i mesi estivi, quindi qualsiasi “problema meteorologico” in quelle regioni potrebbe avere conseguenze a livello nazionale per le forniture di pomodori.

Quest’estate, il paese è stato scosso da quantità senza precedenti di pioggia e ondate di caldo torrido, evidenziando che il paese più popoloso del mondo è uno dei più vulnerabili agli effetti della crisi climatica.

Sriram Jadev, presidente dell’All India Vegetable Growers Association, afferma che le continue ondate di caldo da aprile a giugno di quest’anno hanno impedito alle piante di pomodoro di fiorire durante quel periodo, il che ha influito sui raccolti.

“Ha influito sulla loro crescita, motivo per cui quest’anno la produzione di pomodori è diminuita del 70%”, ha spiegato.

Più del 90% dei pomodori raccolti è stato infettato da virus trasmessi dai semi, ha detto Jadvi alla CNN, aggravando la carenza di approvvigionamento.

Devender Sharma, un esperto di politica agricola in India, ha dichiarato alla CNN che l’attuale carenza è anche in parte dovuta agli agricoltori che lanciano pomodori perché nessuno li compra. Anche se questo accade più o meno ogni anno, Sharma ha detto: “Questa volta è stato molto più grande”.

Jadev ha affermato che i prezzi dei pomodori dovrebbero stabilizzarsi non appena il prossimo raccolto dovrebbe essere raccolto e pronto per la vendita in poche settimane.