Dicembre 7, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il fossile cambia completamente le teorie sull’origine degli uccelli moderni

Il fossile cambia completamente le teorie sull’origine degli uccelli moderni

Frammenti fossilizzati di uno scheletro, nascosti all’interno di una roccia delle dimensioni di un pompelmo, Ha contribuito a invertire una delle ipotesi più antiche sull’origine degli uccelli moderniSecondo uno studio pubblicato da Nature mercoledì. Un gruppo di ricerca dell’Università britannica di Cambridge e del Natuurhistorisch Museum di Maastricht ha scoperto che una caratteristica cranica chiave che distingue il 99% degli uccelli moderni – un becco mobile – si è evoluta prima dell’estinzione di massa che ha spazzato via tutti i grandi dinosauri 66 milioni di anni fa. .

I loro reperti si riferiscono inoltre ai teschi di struzzi e struzzi Ha subito una battuta d’arresto evolutiva ed è tornato a uno stato più primitivo dopo la comparsa degli uccelli moderni. Lo studio rileva che, utilizzando tecniche di tomografia computerizzata, il gruppo di ricerca ha identificato le ossa dal palato di una nuova specie di grande uccello, che hanno chiamato Janavis Finalidens, che visse alla fine dell’era dei dinosauri ed era uno degli ultimi uccelli. .

Per più di un secolo si è ipotizzato che il meccanismo che consente il movimento del becco si sia evoluto dopo l’estinzione dei dinosauri, sebbene la nuova scoperta suggerisca che la nostra comprensione del cranio degli uccelli moderni debba essere rivalutata. Lo studio rileva che ciascuna delle 11.000 specie di uccelli sulla Terra è divisa in due gruppi.in base alla disposizione delle ossa palatali.

In accordo con ciò, gli struzzi, gli emù e i loro parenti sarebbero raggruppati nel gruppo dei paleognati, dove, come gli umani, Le ossa palatine si fondono in una massa solida. Altri uccelli sono classificati nel gruppo “nuova mascella”, in cui le ossa palatali sono collegate da un’articolazione mobile.

READ  3 volte V ha dimostrato di non conoscere lo spazio personale dei BTS

Questi due gruppi furono inizialmente classificati dal biologo britannico Thomas Huxley, un sostenitore della teoria dell’evoluzione di Charles Darwin, il cui presupposto era che la formazione “antica” della mascella fosse lo stato originale degli uccelli moderni. “Da allora questa ipotesi è stata data per scontata”.ha detto Daniel Field del Dipartimento di Scienze della Terra a Cambridge.

La ragione principale di questa ipotesi Sono sopravvissuti fossili ben conservati di uccelli palatini Dal periodo in cui sono nati gli uccelli moderni.” Il fossile, Janaves, è stato trovato in una cava di quarzo vicino al confine belga-olandese negli anni ’90 e analizzato per la prima volta nel 2002.

Poiché il fossile era incastonato nella roccia, gli scienziati hanno potuto basare le loro descrizioni solo su ciò che si poteva vedere dall’esterno e descrivere i pezzi di osso che sporgevano nella roccia come frammenti di ossa del cranio e della spalla. Quasi 20 anni dopo, il fossile fu prestato a un gruppo di ricerca di Cambridge e Juan Benito, allora studente, iniziò a vederlo in modo diverso.

La consapevolezza che l’osso era un osso del cranio piuttosto che un osso della spalla ha portato i ricercatori a concludere che la condizione della “mascella moderna” affligge i tacchini Si è evoluto prima dello stato di “vecchia mascella” dello struzzo. “Utilizzando analisi geometriche, siamo stati in grado di dimostrare che la forma dell’osso palatino fossile era molto simile alla forma di polli e anatre vivi”, ha affermato Pei Chen Kuo, coautore dello studio. Field ha osservato: “L’evoluzione non avviene in linea retta. Questo fossile mostra che il becco mobile, una condizione che abbiamo sempre pensato risalisse più tardi all’origine degli uccelli moderni, si è evoluto prima che esistessero gli uccelli moderni”.

READ  Gli hacker di Reddit richiedono modifiche all'API come riscatto