Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Guatemala mantiene l’America Centrale come principale destinazione di vendita

Il Guatemala mantiene l’America Centrale come principale destinazione di vendita

La banca centrale ha dichiarato che alla fine di settembre il commercio complessivo del paese con l’estero ammontava a 10.991,2 milioni, di cui 3.854,6 milioni (35,1%) erano diretti verso la regione.

El Salvador ha acquistato il volume maggiore in questo periodo, aggiungendo 1,42 miliardi di dollari, pari al 36,8% delle vendite totali verso i paesi dell’America Centrale.

Segue l’Honduras con 1.233,9 milioni di dollari, pari al 32% del volume degli scambi commerciali con la regione, mentre le esportazioni con il Nicaragua ammontano a 721,6 milioni di dollari e con la Costa Rica a 479 milioni di dollari.

I primi 10 prodotti più venduti in America Centrale sono, nell’ordine, materie plastiche e manufatti, tessili (tessuti o stoffe), carta, cartone e prodotti farmaceutici.

Allo stesso modo, i preparati a base di pillole, detersivi, saponi, ferro e acciaio, grassi e oli, bevande commestibili, liquidi alcolici e aceto, sono prescritti dalla Banca del Guatemala (Pangwat).

Seguono gli Stati Uniti con 3mila44,7 milioni di dollari, ovvero il 31,3%. Seguono poi Unione Europea, Messico e Panama.

Le autorità monetarie hanno annunciato pochi giorni fa che l’economia nazionale chiuderà il 2023 con una crescita del 3,5% del Pil e un’inflazione al 4,95.

In una conferenza stampa, il capo della banca centrale del paese, Alvaro Gonzalez, ha dichiarato che le aspettative indicano una crescita inferiore al 4,1% nell’anno precedente e all’8% nel 2021.

In ogni caso, secondo Panguat, l’anno prossimo l’economia raggiungerà il 3,5% del PIL, come nel 2023, anche se a lungo termine c’è la possibilità che raggiunga il 5% annuo.

rgh/zinco