Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Venezuela chiede l’adesione al Trattato sulla cooperazione nel sud-est asiatico

Attraverso un comunicato istituzionale, il viceministro per l’Asia, il Medio Oriente e l’Oceania, Kabaya Rodriguez, ha sottolineato l’importanza che il governo del suo Paese attribuisce all’avvicinamento di questo meccanismo di coordinamento politico, che è un obiettivo strategico.

In un incontro con Lim Guk Hui, segretario generale dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN), Rodriguez ha confermato l’accordo sui principi di base di entrambe le parti.

Ha sottolineato che i principi sostenuti dal governo venezuelano sono coerenti con i principi sanciti dalla Carta dell’ASEAN, in particolare per quanto riguarda l’uguaglianza tra i popoli, la difesa della sovranità, il rispetto dell’integrità territoriale e la non interferenza negli affari interni degli stati.

L’alto funzionario ha sottolineato l’importanza di raggiungere “la diversificazione del mercato del suo Paese e il sud-est asiatico è il Paese di massima priorità”.

Da parte sua, Lim Guk Hui ha sottolineato che le aree che l’ASEAN sta sviluppando con maggiore attenzione sono la sicurezza sanitaria, la formazione umana, l’economia digitale, la resilienza e il libero scambio tra gli Stati membri e i loro partner esterni.

Il TAC è stato firmato il 24 febbraio 1976 da Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore e Thailandia. Il trattato è stato modificato da un protocollo il 15 dicembre 1987 e da un secondo protocollo il 25 luglio 1998, che, tra l’altro, ha aperto il meccanismo all’adesione di paesi al di fuori del sud-est asiatico.

macchina / si

READ  Il ministro degli Affari esteri svela i pilastri della politica estera del Costa Rica