Maggio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il vero capo di “Checo” Pérez | Gli sport

Il messicano Sergio “Chico” Perez è una risorsa della Red Bull in Formula 1. Guadagna uno stipendio di $ 8 milioni all’anno (€ 7,25 milioni). In Messico, la sua immagine è oro schiacciato. È un ambasciatore della tequila di “super qualità”. Non c’è la TV, solo le reti. Tra Twitter, Instagram e YouTube, più di 6 milioni di follower sono fedeli a “Checo”.

Perché i marchi scommettono su Checo Pérez in Messico? Cosa cercare in uno dei piloti di F1 più popolari? Ally Bostwick, Global Director of Communications, Culture and Partnerships presso Tequila Patron, è stato responsabile dell’introduzione di “Checo” come ambasciatore della bevanda al lancio della campagna a Los Angeles.

“La nostra collaborazione con Checo Pérez celebra due simboli che credono nel duro lavoro, nella forza della comunità e nell’innovazione. Checo stabilisce lo standard per l’eccellenza essendo un maestro del suo mestiere, la cui passione lo porta alla grandezza e ai risultati fenomenali che ha raggiunto”, spiega un portavoce dell’azienda.

Bostwick crede che l’Alleanza rappresenti l’orgoglio dei messicani e cerchi di entrare in contatto con persone appassionate e coraggiose. “Con quei consumatori che apprezzano ciò che è stato realizzato con dedizione e attenzione ai dettagli, ottenendo così un prodotto unico e di altissima qualità”, che viene prodotto esclusivamente ad Altos de Jalisco, in Messico, sempre in piccole quantità e con lo stesso processo artigianale.

Al momento, la campagna non prevede spazi televisivi, ma “Checo” Pérez sarà il suo ambasciatore per i prossimi due anni, durante i quali ci saranno vari momenti e forme.

Il coraggioso pilota di Guadalajara è un esempio di raffinatezza. Da giovane emigrò in Europa e qualche volta dormiva sui bagagli da qualche parte in Germania. Ha rotto una pietra per assicurarsi un posto in Formula 1, che è stato riconosciuto nel 2021, prendendo posto alla Red Bull Racing insieme all’olandese Max Verstappen, campione del mondo della scorsa stagione.

READ  Pep Guardiola ha elogiato Julian Alvarez per i suoi tre gol con il River Plate e lo ha paragonato di recente a uno dei campioni della Premier League.

Nel compito sempre impegnativo di essere il partner del pilota olandese, Perez non era fuori posto la scorsa stagione. Ha vinto il Gran Premio dell’Azerbaigian ed è arrivato terzo in altre quattro gare in pista, incluso il Gran Premio del Messico, dove è stato celebrato come campione. Nell’ultima gara, ad Abu Dhabi, è stato fondamentale per fermare il britannico Lewis Hamilton per l’arrivo del suo compagno di squadra. È arrivato quarto nella classifica piloti e, insieme a Verstappen, ha ottenuto il secondo posto nel Campionato del Mondo Costruttori.

Quel livello elevato lo ha portato a vincere il rinnovo per la stagione con la Red Bull, in cui guadagna $ 8 milioni all’anno. Il suo compagno Max, recentemente rinnovato al 2028, parte fino all’età di 35 anni. Al centro della classifica degli stipendi, “Checo” ha cercato un’auto vincente e finalmente l’ha trovata.

Certo, la sua vita avrebbe potuto essere completamente diversa. È un noto fan dell’ex calciatore cileno del Real Madrid Ivan Zamorano. Indossa un numero 11 sul casco perché quando ha iniziato a correre nel kart era il numero che indossava il suo idolo nel Club América.

Guadalajara ha recentemente ammesso: “Volevo diventare un banchiere o un avvocato, sono professioni che generano molta adrenalina, proprio come il mercato azionario”.

Il nome Sergio “Chico” Perez non è solo associato alla F1. Piloti come Jesse Carraquedo – all’interno dell’accademia Perez – e Rafael Villagomez seguono le sue orme, ma la sua personalità va oltre. Attraverso la fondazione che porta il suo nome, creata nel 2012, il messicano aiuta soprattutto uno dei settori più vulnerabili, i bambini.

READ  Qualificazioni Europee 2021: Malta - Spagna in diretta

Attraverso ciò che rappresenta il suo marchio, Perez funge da collegamento con le istituzioni e promuove progetti e programmi di supporto che offrono opportunità ai minori affinché, dopo la Formula 1, possano costruire un futuro migliore.