sabato, Giugno 22, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La guerra tra Israele e Gaza in diretta | Gli Stati Uniti negano che Israele abbia avviato un’importante operazione di terra a Rafah che gli farebbe cambiare la sua politica internazionale

Gli Stati Uniti negano che Israele abbia avviato un’importante operazione di terra a Rafah che gli farebbe cambiare la sua politica

Gli Stati Uniti non credono che Israele abbia avviato un’importante operazione militare a Rafah che lo spingerebbe a cambiare la sua politica nei confronti di Israele. Martedì sera, il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha spiegato nel modo più chiaro possibile quale sarebbe stata l’operazione che Washington condannerebbe: “Non li abbiamo visti”. [al ejército israelí] Con l’assalto a Rafah, non li abbiamo visti arrivare con grandi unità, un gran numero di forze in colonne e formazioni in una sorta di manovra coordinata contro molteplici obiettivi sul terreno. Questa è un’importante operazione di terra. “Non l’abbiamo visto”, ha detto Kirby.

Le dichiarazioni di Kirby sono arrivate lo stesso giorno in cui i carri armati e i veicoli blindati israeliani sono arrivati ​​per la prima volta nel centro della città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, secondo testimoni oculari e immagini televisive. Sono entrati da sud e da est. Secondo le stime delle Nazioni Unite, un milione di persone sono fuggite dalla città nelle ultime tre settimane a causa dell’avanzata dell’esercito israeliano e del suo ordine di dirigersi verso la “Humanitarian Constabulary Area”.

In risposta ad una domanda su questa avanzata militare nel centro di Rafah, Kirby ha detto che, secondo lui, “e gli israeliani ne hanno parlato, si stanno muovendo lungo il cosiddetto Corridoio Filadelfia, che si trova alla periferia della città, non al suo interno”. La città stessa”. Il portavoce americano ha aggiunto: “Non abbiamo visto una grande operazione di terra e questi carri armati si muovevano lungo il corridoio che ci avevano precedentemente detto che avrebbero utilizzato alla periferia della città per cercare di fare pressione su Hamas”.

READ  Una coppia cubana è stata deportata due volte perché voleva stabilirsi fuori dall'isola

Domenica un attacco israeliano che ha dato fuoco a una tendopoli a Rafah ha ucciso 45 persone in un incidente su cui Israele sta indagando. Inizialmente, il primo ministro Netanyahu ha ammesso di aver commesso un “tragico errore”, ma fonti ufficiali israeliane hanno successivamente indicato che è stato un deposito di armi di Hamas ad appiccare l’incendio. “Non so come si possa sostenere che Israele stia cercando di attaccare Hamas in modo limitato e preciso”, ha detto Kirby, aggiungendo che gli Stati Uniti erano in attesa di un’indagine israeliana sull’attacco. “A seguito dell’attacco di domenica, non ho cambiamenti politici da riferire. È semplicemente successo”, ha detto. “Gli israeliani indagheranno su questo, e siamo molto interessati a ciò che scopriranno, e vedremo dove ciò accadrà ci porta.”

Gli Stati Uniti hanno ripetutamente messo in guardia Israele dall’effettuare un’invasione su larga scala della città. Sebbene finora siano fuggite 1 milione di persone, la città ospita più di 1,2 milioni di sfollati provenienti da altre parti di Gaza, per questo Washington, insieme all’intera comunità internazionale, si è opposta a un’operazione senza un piano dettagliato per proteggere i civili come Israele non ha presentato. . In effetti, Israele afferma di aver lanciato solo un attacco limitato alla città.

La settimana scorsa, la Corte internazionale di giustizia delle Nazioni Unite ha ordinato a Israele di fermare l’attacco a Rafah. Israele non riconosce la Corte e la ignora. Inoltre, il TIJ non dispone di meccanismi per attuare le sue sentenze. (Reuters)

Ciriaco Capone
Ciriaco Capone
"Creatore. Amante dei social media hipster. Appassionato di web. Appassionato fanatico dell'alcol."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles