Ottobre 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le Nazioni Unite celebrano la Giornata dell’Aria Pulita per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inquinamento

Le Nazioni Unite celebrano la Giornata dell’Aria Pulita per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inquinamento

Madrid.- Fattori come le ondate di caldo o le polveri in sospensione aumentano l’inquinamento, compromettendo la qualità dell’aria che respirano i residenti, un problema che ha conseguenze sulla salute e sull’ambiente e sul quale le Nazioni Unite vogliono sensibilizzare attraverso la Giornata Internazionale della Pulizia. Aria per il mondo. cielo blu.

Il tema di quest’anno per la giornata, che si celebra ogni anno il 7 settembre, da quando è stata designata dalle Nazioni Unite nel 2019, è “Insieme per l’aria pulita”, che promuove l’idea di “rafforzare le alleanze, raddoppiare gli investimenti e condividere responsabilità di sconfiggere l’inquinamento atmosferico”. Secondo le informazioni fornite da questa organizzazione.

Sul suo sito web, le Nazioni Unite sottolineano la natura “transfrontaliera” dell’inquinamento atmosferico e chiedono sforzi concertati “oltre i confini, le barriere, i settori e le azioni isolate” per affrontare quello che considera un “doppio problema”.

Da un lato, l’inquinamento colpisce la salute umana perché “le particelle inquinanti piccole e invisibili” penetrano “in profondità” nei polmoni, nel flusso sanguigno e nel corpo e, secondo i loro dati, solo nel 2016 hanno causato la morte prematura di 6,5 milioni di persone.

Gli inquinanti climatici di breve durata, d’altro canto, “possono persistere nell’atmosfera per pochi giorni o anche diversi decenni”.

In Spagna

Nel caso specifico della Spagna, l’ultimo rapporto annuale sulla qualità dell’aria pubblicato da Ecologytas en Acción indica che nel 2022, fino a 7,6 milioni di persone – 2 milioni in più rispetto al dato dell’anno precedente – saranno colpite dall’inquinamento.

Ciò significa che uno spagnolo su sei respirerà aria inquinata “più inquinata di quella raccomandata” nel 2022 e morti premature di circa 25.000 persone ogni anno, “15 volte di più degli incidenti stradali”.

Sebbene l’aria inquinata sia spesso associata alla combustione di combustibili fossili nei trasporti, i fattori alla base di questo inquinamento sono molteplici e la foschia e la polvere sospesa aggravano il problema, come è successo questa settimana a Murcia, dove le particelle di polvere sospese sono state disperse nell’atmosfera. Se si superano i 640 microgrammi per metro cubo, il livello massimo raccomandato per evitare il rischio è 50.

READ  Il Venezuela attua misure per contrastare l'impatto delle sanzioni sulla Russia

Nebbia, ondate di caldo, riscaldamento, aria condizionata…

La nebbia è un fenomeno naturale che trasporta la polvere in sospensione dalle regioni aride ad altre regioni periferiche, come avviene nella regione del Mediterraneo e nelle Isole Canarie rispetto al Nord Africa, ma recentemente è stato “esacerbato dagli effetti del cambiamento climatico”. Ha confermato all’EFE che ciò accade sempre più frequentemente Miguel Angel CeballosPortavoce della qualità dell’aria di Ecologists en Acción.

“Il prolungamento delle ondate di caldo e l’estensione della siccità estiva ad altri periodi dell’anno non compatibili con esse” contribuiscono al deterioramento dell’ambiente, come avviene nelle città a causa del maggiore utilizzo di impianti di climatizzazione e riscaldamento .

Così, “indirettamente, l’aumento del consumo dei condizionatori contribuisce al peggioramento della qualità dell’aria in estate, ma non nei luoghi dove vengono utilizzati, bensì nei luoghi dove si produce energia elettrica: nelle città dove si trovano le centrali termoelettriche situato”, dice Ceballos. .

Inoltre, “è importante rendersi conto che l’inquinamento si trasmette”, e quando si genera in estate, “si trasforma con la radiazione solare in ozono e può percorrere fino a 200 chilometri” per cui i grandi centri urbani hanno “importanti implicazioni” per le quali “l’aria La qualità” non è solo per i suoi abitanti, ma a volte anche per i suoi abitanti molto lontani.

IL Agenzia europea dell’ambiente (AEA) Nel suo ultimo rapporto, ha indicato che Italia e Spagna sono i due paesi europei che subiscono i maggiori danni all’agricoltura dall’inquinamento da ozono, e ha stabilito che due terzi della superficie coltivata in Spagna è colpita da questo tipo di inquinamento. EF Verde.


Vuoi aiutarci? Condividi la nostra newsletter settimanale #pianetasostenibile Con amici e colleghi… che potrebbero essere interessati.

READ  I lavoratori celebrano la loro giornata in Brasile come una vittoria per la democrazia

Se non l’hai ancora ricevuto, puoi iscriverti alla nostra mailing list qui: