Gennaio 31, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Iran rinnova il suo sostegno al Libano in tempi difficili

Il ministro degli Esteri iraniano, durante l’incontro con personalità libanesi, tra cui i ministri della Cultura Muhammad Wissam al-Murtada e del Labour Mustafa Bayram, ha definito positivo lo scambio di opinioni nel Paese sulle prospettive delle relazioni bilaterali.

Nel frattempo, Amir Abdallahian ha evidenziato la sufficiente competenza dei partiti politici libanesi per eleggere il Presidente della Repubblica senza interferenze esterne.

Per quanto riguarda il processo politico, il ministro ha espresso l’auspicio di completare quanto prima la nomina del capo dello Stato e la formazione di un nuovo governo, in vista del consolidamento delle relazioni bilaterali e della visita del presidente iraniano Syed Ibrahim. maggiore in Libano.

Il capo della diplomazia persiana ha ribadito la disponibilità di Teheran a cooperare con il Levante in campo economico, commerciale ed energetico, alla luce del deterioramento delle condizioni di vita della sua popolazione.

Il ministro degli Esteri ha toccato questioni regionali, sottolineando l’attenzione dell’Iran su una dottrina di politica estera equilibrata, chiedendo la fine della guerra nello Yemen, sostenendo la formazione di un governo inclusivo in Afghanistan e sostenendo la resistenza in Siria, Palestina e Libano.

L’incontro con personalità libanesi ha visto la partecipazione di membri dell’Unione internazionale degli studiosi a sostegno della resistenza, della Camera di fondazione dell’Associazione degli studiosi musulmani e di alcuni rappresentanti.

Il principe Abdullahian ha parlato durante il suo soggiorno a Beirut giovedì pomeriggio con il suo omologo Abdullah Bou Habib. Il Presidente del Parlamento Nabih Berri. e il primo ministro ad interim Najib Mikati.

Il ministro degli Esteri iraniano ha inoltre intrattenuto colloqui con il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, e con il capo del Movimento della Jihad islamica, Ziyad al-Nakhala, per riaffermare il sostegno della Rivoluzione islamica alla situazione politica in Libano e in Palestina.

READ  Emesso un decreto di lutto solenne per la morte del Papa emerito Benedetto XVI

Il capo della diplomazia iraniana, accompagnato dal ministro della Cultura libanese, Muhammad Wissam Al-Murtada, ha reso omaggio ai martiri della guerra contro l’entità israeliana.

Allo stesso modo, il ministro degli Esteri persiano ha scambiato con gli iraniani residenti nel paese presso la moschea e il complesso dell’Imam Khomeini.

Dopo il tour a Beirut, il principe Abdullahian si recherà a Mosca la prossima settimana per parlare con il suo omologo russo, Sergey Lavrov, al fine di riprendere il piano d’azione globale congiunto sull’accordo nucleare, nonché concordare una zona franca bilaterale. commercio.

ro/yma