Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Italia rifiuta di restituire alla Germania l’antica statua romana acquistata da Hitler |  Stampa associata

L’Italia rifiuta di restituire alla Germania l’antica statua romana acquistata da Hitler | Stampa associata

MILANO (AP) – Il ministro della Cultura italiano ha respinto la richiesta di una collezione di antichità di Monaco, in Germania, di restituire un’antica statua romana che incarna l’estetica ariana di Hitler, definendola tesoro nazionale.

Il discobolo è una copia romana del II secolo di un originale greco in bronzo perduto da tempo. Hitler acquistò la copia romana dal suo proprietario privato italiano nel 1938 sotto la pressione del dittatore italiano Benito Mussolini e contro la volontà del ministro dell’Istruzione e delle autorità culturali. Ritrovata in una villa romana nel 1781, la statua fu restituita all’Italia nel 1948 come parte delle opere ottenute illegalmente dai nazisti.

La controversia sorse quando il direttore del Museo Nazionale Romano chiese la restituzione del piedistallo in marmo del XVII secolo della statua dalle antichità statali. Il museo tedesco ha invece chiesto la restituzione del Discobolo, sostenendo che era stato trasportato illegalmente in Italia nel 1948, ha riferito venerdì il Corriere della Sera.

Il ministro italiano della Cultura Gennaro Sangiuliano ha espresso dubbi sul fatto che il ministro tedesco della Cultura Claudia Roth fosse a conoscenza della richiesta bavarese.

“Sul mio cadavere. “È assolutamente necessario che quest’opera sia in Italia perché è un tesoro nazionale”, ha detto Sangiuliano citato dal Corriere, aggiungendo che auspica la restituzione della fondazione.

Il Ministero della Cultura non ha risposto alle richieste di commento.

Copyright 2023 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo contenuto non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

READ  L'hotel in Italia addebita un euro a notte. Qual è la situazione? - Europa - Internazionale