Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Mi ha dato un sacco di incoraggiamento quando ho pensato che non mi stavano chiamando.”

“Mi ha dato un sacco di incoraggiamento quando ho pensato che non mi stavano chiamando.”

Potremmo riferirci a Napoleone con la sua frase che “La vittoria appartiene al più risoluto”, ma il proverbio lo rende ancora più chiaro: Chi segue ottiene. Quello spirito è ciò che ha riportato indietro moises laguardia A ‘parola d’ordine’. L’uomo di La Rioja conferma, in questa intervista esclusiva, di vivere questa nuova opportunità “come se fosse la prima, con l’illusione del primo giorno”.

Per la prima volta nella competizione, dobbiamo fare riferimento a dicembre 2014, quando è rimasto in 9 programmi in cui ha ricevuto 9000 euro. Successivamente, è tornato per un torneo speciale nell’estate del 2016. Nel maggio 2017, ha pareggiato con un giovanissimo Pablo Diaz in un programma speciale in cui ha vinto l’opportunità di competere di nuovo, cosa che è avvenuta con la sua partecipazione più ricordata. Era il 2018: ha resistito due mesi con un totale di 37 programmi in cui ha guadagnato 33.600 euro.

“Il livello è salito, è sempre più difficile continuare e il livello di Roscos è come l’inflazione perché sta salendo”.

Ora aspira a superare la soglia della longevità e, soprattutto, a vincere l’ambito jackpot. Inoltre, puoi confrontare: “Il livello è salito, sta diventando sempre più difficile continuare e il livello della ciambella è come l’inflazione perché sta salendo”. Al momento è già riuscito a sfiorare il premio in occasione di 24 visite. La prima volta è stata il 22 aprile, pochi giorni dopo il suo arrivo.

Durante questi anni, Moisés ha continuato a prepararsi. “Durante l’epidemia, Pasapalabra era un rifugio dove trascorreva molte ore”, ricorda. Successivamente, cerca di mantenere questo ritmo con “revisioni quotidiane”.

READ  Camila Cabello e il suo contatto limitato ma positivo con Fifth Harmony: "Ci sosteniamo a vicenda" | un musicista

Quando parla dei suoi compagni concorrenti, sottolinea con chi ha il legame più personale Nacho mangot: “Mi trovo molto bene con lui e in alcune occasioni ci siamo allenati insieme”. Inoltre, si riferisce specificamente a Oreste Per i dettagli che hai avuto con lui, soprattutto prima che ti arrivasse questa nuova opportunità. “Mi ha dato molto incoraggiamento quando pensavo che non mi stessero chiamando”, rivela.

Alla fine questa chiamata arrivò e riuscì ad assicurarsi un posto a “Pasapalabra” tornando a “casa”. Ogni pomeriggio mette alla prova il suo altissimo livello e prova anche l’empatia, con Veer come suo primo rivale e, soprattutto, suo partner. Premi play e non perderti l’intervista completa!