Novembre 29, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mick Schumacher, con un piede fuori dalla Formula 1

Regola dell’orologio 13:32

CET


Tutto indica che Haas scommetterà sulla conquista di Nico Hulkenberg, il 35enne che non gareggia regolarmente dal 2019

Ralf Schumacher difende il nipote: “Forse il sedile a rischio è Magnussen e nel 2023 Haas ha una squadra 100% tedesca”

A parte un colpo di scena o una sorpresa dell’ultimo minuto, Mick Schumacher Formula 1 ha solo due gare rimaste in Formula 1. Haas è riluttante a rinnovarlo e tutto indica che in vista del Gran Premio del Brasile, la prossima settimana, annuncerà il suo sostituto, Nico Hulkenberg.

Non è ancora ufficiale, ma la squadra ha trovato un accordo Hulkenberg essere un compagno Kevin Magnussen per la prossima stagione. Il recente acquisto di Stoffel Vandoorne come test e riserva dell’Aston Martin, che ha anche l’attuale campione di F2, Filippo Drogovicper questa posizione, lascia la formazione britannica HulkenbergChe sarà presto confermato da Hass, secondo i media specializzati.

Il titolare della squadra americana, Jane Hass, aveva emesso diversi avvertimenti a Mick durante la stagione, un secondo al giovane pilota tedesco in Formula 1: “Vogliamo che faccia punti e provi a dargli più tempo possibile per vedere cosa può fare. Penso che Mick ha molto potenziale, ma ci sta costando una fortuna e ha rovinato molte macchine ci è costato molti soldi che non abbiamo”, ha detto di recente. Indubbiamente una dichiarazione di intenti, seppur a difesa del figlio Michael Schumacher C’è da dire che nei suoi due anni ai Mondiali non ha avuto un posto singolo competitivo e in termini di costi dovuti ad infortuni il suo predecessore Romain GrosjeanCon più esperienza, non era molto indietro.

READ  Eric Garcia spiega perché ha lasciato Guardiola devastato quando ha lasciato il Manchester City

Non lo vogliono

Consigliere e Presidente della Red Bull Youth Academy Helmut Marko, Ovviamente non vogliono la Haas Mike: “Quando si critica apertamente il proprio pilota, ed è successo qualche volta, si manifesta una mancanza di fiducia all’interno della squadra. Poi sarà difficile costruire un futuro insieme. A giudicare dall’esterno, la prima parte della sua stagione è stata non ha un bell’aspetto, con molti incidenti e incidenti gravi che ha fatto molti danni. Questo ovviamente ha gravi conseguenze per la squadra. Ma d’altra parte ha fatto buone gare in Gran Bretagna e Austria ed è riuscito a migliorare molto bene in la seconda metà della stagione, a volte fortunata a causa delle strategie sfortunate e dei problemi tecnici di Haas.’, credeva.

Hulkenberg Da parte sua, ha parlato di queste voci che lo hanno messo in Haas: “Alla fine, questa non è una mia decisione. I negoziati sono ancora in corso e sono relativamente ottimista. Devi essere un po’ paziente”, ha detto, in attesa di la sua firma da raggiungere. anche Kevin Magnussen Ha commentato la possibilità di incorporare il tedesco: “Ho grande rispetto per Nico come pilota. Non lo conosco come persona, ma l’ho sempre rispettato come pilota, quindi non avrei nessun problema “, dice il danese, che tuttavia aveva dei disaccordi con lui Hulkenberg Nel passato.

Si Certamente , Magnussen Spezza la lancia a favore dell’attuale compagno: “Mick sta facendo un buon lavoro. Ha avuto qualche problema all’inizio dell’anno e qualche incidente, ma ora è più veloce”. manager della squadra americana Gwynether Steinerassicura che la decisione finale sul suo secondo pilota venga rivelata prima del Gran Premio di Abu Dhabi, che concluderà la stagione il 20 novembre, anche se molti media specializzati indicano che il futuro di Mick sarà noto in Brasile.

READ  Questo è il rivale dell'Atletico Madrid in Copa del Rey

Sostieni lo “zio” Ralph

Ralf Schumacher Uscì in difesa di suo nipote Mike Ha anche osato suggerire che il posto a rischio potrebbe essere Magnussen, ha già visto una squadra tedesca al 100% ad Haas nel 2023. “Tutto è possibile, ovviamente, se guardi alle ultime gare”. Chi lo sa? Forse Magnussen non era già così attaccato al sedile? Se guardiamo le gare di Silverstone, dobbiamo concludere che Mick è il pilota più stabile e migliore”, avverte Brother Michael Schumacher.

“Ha anche avuto un po’ di sfortuna con le strategie sbagliate. Nell’ultima gara, Mick a volte era sei decimi di secondo più veloce di Magnussen, quindi aspettiamo le prossime gare. Spero che Haas prenda presto una decisione. Forse la prossima volta anno due tedeschi in rete di Formula 1”, prevede Ralph.

In ogni caso, se il ritorno Nico Hulkenberg Sulla griglia di F1 a quota 35 a spese di un pilota di 23 anni è ancora sintomatico, evidenza che il sistema gerarchico dia ai giovani piloti l’accesso alla prima classe. Non va dimenticato che il tedesco non gareggia regolarmente dal 2019. Nel 2020 ha gareggiato in due Gran Premi come riserva per la Force India e nel 2022 ha corso altre due gare con l’Aston Martin. Ancora una volta il dottor Marco punta il dito sull’ulcera. “La situazione alla Haas è che con Magnussen c’è un pilota esperto e se c’è una promessa, grande talento, scommetteranno su di lui. Ma non vedo nessuno là fuori al momento che soddisfi quelle condizioni e Nico ha sempre finito di consegnare. Questo la dice lunga per lui.

READ  a fuoco! Il primo gol di Luis Diaz stabilisce un nuovo record in Premier League