Maggio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

NASA: gli astronauti avranno problemi al cervello dopo essere andati nello spazio? – Scienze di vita

Tra i compiti svolti dagli astronauti di diversi paesi in visita alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ci sono lo sviluppo di missioni scientifiche su vari argomenti come il comportamento di alcuni materiali nello spazio, la coltivazione del cibo in questo contesto e vari effetti. Trascorrere molto tempo nello spazio è dannoso per la salute umana.

In quest’ultima fase diventano anche oggetto di studio. È il caso dell’inchiesta, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista Rapporti scientificioccupazione Cambiamenti che il volo spaziale può causare nel cervello umano, in particolare nella struttura degli spazi perivascolari (PVS) all’interno del cervello, lo spazio perivascolare.

Lo studio, guidato da Kathleen E. Hopfield, del Dipartimento di Fisiologia e Kinesiologia Applicata dell’Università della Florida, ha analizzato come la morfologia di questa parte del cervello è influenzata dal volo spaziale e dalla microgravità, sulla base dei dati di quindici astronauti che hanno subito un studio. Risonanza magnetica, due volte prima del lancio e dopo il ritorno sulla Terra, uno, tre e sei mesi dopo le missioni di sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale.

(Potrebbe interessarti: NASA: Gli effetti dell’eruzione del vulcano Tonga hanno raggiunto anche lo spazio)

Confrontando le immagini prima e dopo, hanno riscontrato un aumento degli spazi perivascolari all’interno del cervello degli astronauti che sono andati nello spazio per la prima volta, Ma non c’è differenza tra gli astronauti che hanno lavorato in precedenza sulla Stazione Spaziale Internazionale, secondo una dichiarazione della Stazione Spaziale Internazionale. Università della salute e della scienza dell’Oregon (OHSU)una delle istituzioni che facevano parte dello studio, insieme alla NASA.

READ  Il Consiglio Regionale inizia i lavori del primo pittoresco spazio di Benhadox

Nonostante i cambiamenti, in tutti i casi, gli scienziati non hanno riscontrato problemi di equilibrio o di memoria visiva che potrebbero indicare difetti neurologici tra gli astronauti.

Gli spazi perivascolari sono parte integrante del sistema di pulizia naturale del cervello che si verifica durante il sonno. Conosciuto come il sistema glinfatico, questa rete è nota in tutto il cervello per le proteine ​​metaboliche che possono accumularsi nel cervello. Gli scienziati affermano che questo sistema sembra funzionare in modo ottimale durante il sonno profondo.

L’allargamento di questi spazi si verifica durante l’invecchiamento ed è stato anche associato allo sviluppo della demenza. Ecco perché, secondo Juan Bentino, MD, assistente professore di pediatria (neurologia) presso la OHSU School of Medicine, questo studio potrebbe essere prezioso per aiutare a diagnosticare e trattare i disturbi del suolo legati al liquido cerebrospinale, come l’idrocefalo.

(Inoltre: qual è la materia bianca che costituisce metà del nostro cervello)

“Questi risultati non solo aiutano a comprendere i cambiamenti fondamentali che si verificano durante il volo spaziale, ma anche per le persone sulla Terra che soffrono di malattie che colpiscono la circolazione del liquido cerebrospinale”, afferma l’esperto.

Finora, nessuno studio ha valutato gli effetti del volo spaziale sugli spazi perivascolari (PVS) all’interno del cervello, nonostante i cambiamenti che si verificano nel cervello a causa dell’esposizione a fattori di stress come microgravità, radiazioni ionizzanti e interruzione dei cicli del sonno circadiano. – È stato studiato.

Ad esempio, è noto che Gli astronauti di ritorno sulla Terra dopo il volo spaziale hanno mostrato cambiamenti strutturali nel cervello, incluso lo spostamento del cervello verso l’alto all’interno del cranio.; Cambiamenti regionali nel volume della materia grigia; Alterazione del volume della sostanza bianca e dell’integrità microstrutturale.

READ  Evento finale della stagione 8 di Fortnite: guarda la fine del capitolo 2 in diretta

scrittura scientifica

Trova anche nella scienza

Eclissi lunare: quattro piani per non perdere questo evento astronomico

La spermatogenesi, la chiave per l’evoluzione del genoma