Maggio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché Donetsk e Lugansk potrebbero essere la miccia per l’invasione russa dell’Ucraina? | Video

Donetsk e Lugansk possono sembrare località remote, ma la verità è che sono regioni all’interno dell’Europa e sono state coinvolte in eventi continentali estranei alla guerra. La squadra di calcio spagnola, ad esempio, ha giocato l’Europeo 2012 allo stadio Donbass. Per questa competizione, la regione ha investito in infrastrutture, migliorato il suo aeroporto e ricevuto migliaia di visitatori. Tutto è cambiato dal 2014. Lo stadio danneggiato dalla guerra è una delle immagini più emblematiche di ciò che è accaduto da allora. Laddove c’erano migliaia di tifosi di calcio che si godevano l’Europeo, ora rimangono solo resti di cemento e un’area completamente distrutta dalle bombe.

I gruppi separatisti sostenuti dalla Russia hanno lanciato un’insurrezione nel 2014 che si è conclusa con un referendum sull’indipendenza di queste due regioni. Il voto, riconosciuto da Mosca, è bastato per dichiarare la propria indipendenza dal governo ucraino. In quel momento è scoppiata una guerra che ha finora ucciso 14.000 persone. Oggi il governo ucraino non controlla parte di questo territorio. Migliaia di cittadini del Donbass si sentono più vicini a Mosca che all’Europa, hanno un passaporto russo e non vogliono sentire parlare dell’adesione alla NATO o all’Unione Europea.

Donesk e Lugansk fanno parte della cosiddetta “cintura della ruggine”, una zona ricca di minerali, in particolare di acciaio. Anche la sua posizione geografica è una strategia. La regione del Donbass è uno degli ingressi dell’Ucraina al Mar Nero.

READ  Criticano la dichiarazione dell'Ucraina sulla richiesta di resa della Russia