Dicembre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Riprendono i viaggi di lavoro, ma arrivano le turbolenze fortuna

L’interruzione del Covid ha paralizzato i viaggi d’affari e molti pensavano che questa tendenza fosse destinata a restare. Bill Gates Ha anche affermato all’epoca che almeno il 50% delle rimesse sarebbe diventato ridondante una volta superata la crisi sanitaria. Tuttavia, la realtà smentisce queste aspettative.

Il settore stima che la crescita della spesa nel 2021 sarà superiore al 30% a livello globaleper me Nuovo rapporto da Skiftx. il più importante: L’84% dei CEO intervistati considera lo spostamento in un’area geografica un investimento centrale al successo aziendale.

Oscar García, co-fondatore di Forum Business Travel, riassume in modo semplice le ragioni di un decollo così rapido: “Quanto abbiamo fatto noiRiunioni di team e Zoom, Vogliamo rivederci”. E le stime per il 2023 sono ancora migliori: il settore raggiungerà 1,2 trilioni di dollari, ovvero una crescita del 71% dal 2020.

Tuttavia, la nuova velocità di lancio che il settore ha raggiunto non preclude l’identificazione delle tempeste in corso nel prossimo futuro. Sottolinea Sergio Pérez Vegas, Managing Partner di 60 Days, una società di gestione delle spese Le richieste in termini di sostenibilità, digitalizzazione e lavoro a distanza influenzano le decisioni aziendali, ma è la pressione inflazionistica a esercitare la pressione maggiore quando si elaborano nuove politiche di viaggio.

Prezzi in rialzo

L’aumento generale dei prezzi non ha ancora colpito direttamente l’industria del turismo, Confermano da ExceltuS. La Tourism Excellence Alliance lo sottolinea L’aumento dei prezzi nel settore in Spagna è stato limitato al 15,8% rispetto al 2019molto meno energia (+32,8%) e altre forniture (+18,1%)

I principali fornitori di servizi concordano sul fatto che gli aumenti dei prezzi sono una delle principali preoccupazioni aziendali. Lo ha stabilito Fernando Alvarez, direttore delle vendite in Spagna per Air France e KLM Le grandi aziende hanno già iniziato ad aumentare i prezzi minimi dei biglietti che autorizzano i propri dipendenti. Inoltre, osserva Alvarez, molte aziende hanno già avviato trattative per aumentare gli sconti aziendali riducendo il numero dei loro fornitori.

READ  Come gestire con successo più attività

Maria Jesus Calderon, National Sales Officer presso l’InterContinental Madrid Hotel, sottolinea il cambiamento nelle grandi aziende, che stanno cercando di allontanarsi dalle tariffe fisse verso tariffe più dinamiche che consentono loro una maggiore flessibilità nella prenotazione delle camere. Calderón definisce anche il ruolo delle alleanze che consentono di fornire un “servizio globale” ai grandi clienti.

Oltre ai collegamenti con i fornitori, l’attenzione del settore è rivolta al miglioramento dell’efficienza dei processi di responsabilità. La startup francese Expensya offre già i suoi servizi di automazione delle spese di viaggio a più di 6.000 aziende, che possono consolidare le informazioni, migliorare l’analisi e ridurre i costi.

Il maggior risparmio, secondo Iván Quadro, direttore vendite dell’azienda in Spagna, è il conseguente miglioramento della produttività. “Quello che vogliamo è la fine del programma di spesa e che ogni dipendente dedichi il proprio tempo al proprio lavoro”Allo stesso tempo, evidenzia il ruolo dell’intelligenza artificiale nel processo.

Altre direzioni

La preoccupazione per l’aumento dei costi non è l’unica direzione che il settore privato sta già prendendo in considerazione. Anche se ogni centesimo conta, anche il benessere dei viaggiatori è al centro delle nuove politiche.

Alvarez afferma che i viaggi sono più legati alla fidelizzazione dei talenti, una delle maggiori sfide che le aziende devono affrontare e una gestione del rischio più attenta. Calderón esemplifica il fatto che Covid e altre considerazioni mediche sono già state rapidamente incorporate negli accordi globali con le aziende.

Una delle lezioni apprese dopo la crisi sanitaria è l’importanza di prendere decisioni rapide e agili. C’è una crescente necessità di controllare la spesa, ma senza perdere flessibilità. La sfida è far coesistere entrambi i fattori”, afferma Laura Piasek, direttore delle comunicazioni di Expensya.

READ  Un uomo di 22 anni è diventato improvvisamente milionario grazie alla sua vasta collezione di selfie