Dicembre 2, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Verstappen in modalità eroe: era strategico con Perez

Mark ThompsonGetty Images

Non è nuovo per la Formula 1, ma comunque meno impressionante. I grandi eroi si distinguevano per la loro capacità di percepire molte cose contemporaneamente, e non solo nelle loro carriere.

tratto eroe

Di tanto in tanto ci sorprendono assicurandosi di aver visto un simile incidente sugli schermi giganti o di sapere che un altro pilota non è un pericolo perché non ha fatto bene questa o quella curva. Un grande contrasto con altri tipi di guidatori che hanno difficoltà anche a guardare attraverso gli specchietti retrovisori.

Mostra Max Verstappen in Gran Premio degli Stati Uniti Avere questa capacità, concentrarsi sulla sua carriera mentre lotta per la vittoria e allo stesso tempo preoccuparsi della carriera dei suoi diretti avversari.

La Red Bull ha lanciato l’attacco alla Mercedes dopo aver perso la posizione al via. Verstappen è stato sorpreso da un “indebolimento” precoce che ha lasciato Hamilton non reagito. All’epoca, i ragazzi di Toto Wolff decisero di allungare il più possibile la staffetta del britannico per poter poi montare gomme dure più fresche e chissà se proverà a fermarsi una volta.

Sembra che questa possibilità sia stata fatta Max Verstappen, che, dopo essere stata informata che la Mercedes intende percorrere almeno sei giri in più rispetto al suo obiettivo iniziale, ha chiesto al team di avvalersi di Sergio Perez per forzare una sospensione Hamilton.

Quello che Verstappen voleva era che Perez “minasse” anche la Mercedes. A causa della mancanza di gomme piene, il messicano ha dovuto utilizzare i mezzi, il che gli dà alcuni vantaggi temporanei. Nonostante Checo fosse un po’ fuori, se la Mercedes non reagiva perderebbe la posizione che, pur riportandolo in pista, potrebbe costargli qualche secondo prezioso.

READ  Paris Saint-Germain al Brugge con Messi e Neymar ma senza Ramos

Infine, la Red Bull ha implementato il suggerimento di Verstappen, fermando Perez e costringendo Hamilton a fermarsi più di due giri, non facendolo più riposare, ed è vero che la sua ERA sta iniziando a calare.

lavorare come una squadra

Se è vero che il team non aveva bisogno delle istruzioni di Verstappen e forse era quello che avevano già in mente, la posizione in gara del pilota olandese, in grado di preoccuparsi della sua strategia, non è meno impressionante e come usare il tuo partner . Per costringere l’avversario a fermarsi.

Questo contenuto è creato e gestito da una terza parte e viene importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire il proprio indirizzo email. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e contenuti simili su piano.io