Febbraio 21, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

23-J risultati non definitivi l PP, PSOE, Vox, Sumar, Junts, in attesa di voto CERA: cosa potrebbe cambiare e quando lo sapremo

23-J risultati non definitivi l PP, PSOE, Vox, Sumar, Junts, in attesa di voto CERA: cosa potrebbe cambiare e quando lo sapremo

Pedro Sanchez e Alberto Núñez Figo, negli incontri con i loro amministratori delegati lunedì.

È iniziato solo il 23-J e non solo perché un risultato non decide il colore del prossimo governo, ma anche la stessa distribuzione dei seggi non è stata chiusa. Molti parlamentari oggi temono di poter perdere i seggi nelle prossime ore una volta che la chiamata conta Voto CERA (Count of Absentee Residents Abroad) che è il numero di spagnoli residenti all’estero – sono: 2,3 milioni in totale, in aumento di 196.751 rispetto al 2019– Presentato per partecipare alle elezioni generali.

Potresti essere interessato: I risultati delle elezioni generali in Spagna del 23: una verifica completa dei voti

I consigli elettorali regionali stanno lavorando per determinare i risultati finali, che includeranno effettivamente il voto CERA, che Inizia a contare venerdì. L’elezione del 23-J è stata la prima elezione generale in cui non è stato implementato il voto obbligatorio, un metodo di voto che ha prevalso tra il 2011 e il 2022 per i cittadini oltre i nostri confini e che significa un calo dell’affluenza alle urne. A novembre 2019, data degli ultimi generali, sono state accolte solo 226.050 domande. Con questo, è previsto un aumento, che è già stato visto in numeri record nel voto per corrispondenza.

Gli importi delle feste in questo momento sono ancora errati. Sì, c’è una certezza, ad esempio che PP e Vox non raggiungeranno la maggioranza assoluta in nessuno dei due scenari, e possibilità, tutt’altro, tali che il PSOE non possa fare affidamento su Junts per ottenere la sua installazione Pedro Sanchez. La Comunità di Madrid, le Asturie, la Cantabria, Girona, Salamanca e Malaga sono i principali collegi elettorali che rimangono controversi a causa dello stretto margine con cui è stato ottenuto almeno un seggio.

READ  Il Presidente della Bolivia ribadisce la sua volontà a favore dell'educazione

Asturie e Malaga hanno una grande concentrazione di voti stranieri, quindi sono territori che probabilmente non diranno l’ultima parola su 23-J. Nelle Asturie, il Partito popolare ha vinto tre seggi, due per il PSOE, uno per Soumar e uno per Vox. Il PSOE può strappare questo terzo seggio del PP, dato che c’è solo una differenza di 7.000 voti. A Malaga, il Partito Popolare ha vinto cinque seggi, il PSOE tre, Vox due e Somar uno. 3000 voti possono dargli Un seggio in più dal Partito Socialista dei Lavoratori, che sarà tolto al Partito Popolare.

A Salamanca, dove Pp e Psoe si dividono i quattro seggi in lizza – tre del Popolo e uno dei Socialisti – il Ps punta a uno del Partito popolare, che ha 938 voti. Madrid avrà 15 deputati del Partito Popolare, 11 del Partito Socialista dei Lavoratori, sei di Somar e cinque di Vox al Congresso, almeno in linea di principio: i voti del CERA come possono dargli 1.749 voti. Un altro a PP, che perderà l’SWP.

Ha dato alla Cantabria due seggi ciascuno a PP e PSOE e un seggio a Vox. In questo caso, Vox può vincerne uno e toglierlo a PP. Il partito di estrema destra ha ricevuto 428 voti. Infine Girona, con due seggi per PSOE e Junts e uno per ERC e Sumar. In questa circoscrizione possono essere dati 363 voti Un altro membro del Parlamento per Gonzche il partito popolare perderà.

Terminate le votazioni, le buste e le cartoline del CERA sono state trasportate tramite spedizione elettorale, tramite valigia diplomatica, presso un ufficio del Dipartimento di Stato preposto a tale procedura e preposto alla consegna alle corrispondenti commissioni elettorali, preposte allo spoglio.

READ  Cosa è successo il 23 aprile?

Gli spagnoli registrati all’estero hanno ricevuto i documenti dai delegati provinciali all’Ufficio di statistica elettorale senza doverli richiedere in anticipo e hanno depositato le loro schede elettorali presso ambasciate e consolati fino al 20 luglio, ma potevano anche votare per posta fino al 18.

Un’altra novità della riforma della legge elettorale è quella degli elettori del CERA Hanno avuto più tempo per votare Alle urne in occasione di precedenti elezioni, contare su più giorni e sia nelle ore mattutine che pomeridiane.

Continuare a leggere:

Vittoria amara di Figo, vittoria morale di Sánchez: la Spagna ora dipende dai nazionalisti
Investire o non inaugurazione: i baroni del Partito Popolare pensano che Figo debba provarci, ma il Genoa si fa sostenere
Intatto e inaffondabile: “Fox non scomparirà come Theudadanus perché ha più resistenza”