domenica, Giugno 16, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Microsoft interrompe l’accesso di Copilot a Windows 11: cosa è successo e perché chiede aiuto agli utenti

Copilt è stato integrato in Windows 11 tramite una beta e in un formato di test, ma non è stato ben accolto. (Microsoft)

Microsoft ha preso la decisione di bloccare l’accesso di Copilot al sistema operativo Windows 11 Nonostante abbia effettuato numerose operazioni di test, l’azienda ritiene di aver bisogno di più tempo per adattare il suo assistente di intelligenza artificiale, prima che sia completamente integrato con il sistema operativo. sistema.

Sebbene l’arrivo di questo chatbot prometta di cambiare molte delle nostre pratiche quotidiane di utilizzo del computer, le aspettative non sono state coerenti con le prestazioni. Durante le versioni beta, l’assistente ha ricevuto recensioni contrastanti a causa dei suoi bug e della mancanza di utilità nelle attività quotidiane.

Per questo motivo l’azienda ha chiesto anche agli utenti maggiori feedback affinché il sistema possa soddisfare le aspettative ed arrivare ufficialmente.

“Abbiamo deciso di sospendere l’implementazione di questi esperimenti per migliorarli ulteriormente in base al feedback degli utenti. Il copilota continuerà a funzionare come previsto. Continuiamo a sviluppare nuove idee con Windows Insider“, si legge in una nota della società.

Copilt è stato integrato in Windows 11 tramite una beta e in un formato di test, ma non è stato ben accolto. (Microsoft)

Uno dei motivi alla base della decisione di Microsoft di interrompere l’integrazione di Copilot in Windows 11 è la necessità di migliorare l’esperienza dell’utente. Nonostante gli sforzi dell’azienda per offrire esperienze Copilot diversificate tramite Windows Insider, Le opinioni erano contrastanti e Microsoft ha capito l’importanza di ascoltare il feedback degli utenti per migliorare la tecnologia.

READ  Gli scienziati catturano un'antica galassia fantasma che mette in discussione ciò che fino ad ora era noto

In una recente dichiarazione, Microsoft ha annunciato che stava testando diverse esperienze Copilot in Windows 11 con Windows Insider attraverso diversi canali, come Canary, Dev e Beta. Tuttavia, dopo aver valutato i feedback ricevuti, l’azienda ha deciso di interrompere temporaneamente la pubblicazione di queste opzioni per migliorarle e fornire un’esperienza più soddisfacente agli utenti.

La decisione di interrompere l’integrazione di Copilot in Windows 11 non significa che la tecnologia scomparirà completamente. Gli utenti che hanno già Copilot sui propri computer potranno continuare a utilizzarlo come prima e Microsoft continuerà a svilupparlo con l’obiettivo di fornire un’esperienza più completa e utile.

Copilt è stato integrato in Windows 11 tramite una beta e in un formato di test, ma non è stato ben accolto. (Microsoft)

L’azienda riconosce che l’intelligenza artificiale generativa è una tecnologia complessa e in continua evoluzione e si impegna a garantire che la sua integrazione nel sistema operativo sia utile e soddisfacente per tutti gli utenti.

Nonostante le sfide e gli insuccessi nello sviluppo dell’intelligenza artificiale generativa, Microsoft rimane ottimista riguardo al potenziale di Copilot e al suo contributo allo sviluppo di Windows 11. L’azienda è determinata a superare gli ostacoli e a fornire un’esperienza utente eccezionale che sfrutti appieno le capacità dell’intelligenza artificiale.

L’azienda fondata da Bill Gates comprende le difficoltà legate all’utilizzo dell’intelligenza artificiale generativa, ma si rende anche conto che qualsiasi utente può massimizzarne i vantaggi seguendo tre passaggi fondamentali per interagire con questo modello di intelligenza artificiale: azione, metodo e dettagli chiave. Questa metodologia è ben nota Sigla ASK (in inglese, procedura, metodo, dettagli principali)semplifica il processo di guida dell’IA per risposte migliori.

Copilt è stato integrato in Windows 11 tramite una beta e in un formato di test, ma non è stato ben accolto. (Microsoft)
  1. Azione: il primo passaggio consiste nel definire chiaramente l’azione che si desidera che Copilot esegua. Questo passaggio include Comunicare in modo accurato e conciso il tipo di assistenza o compito La privacy richiesta all’intelligenza artificiale. Fare una richiesta dettagliata, come “Ho bisogno di aiuto per programmare quindici minuti di consapevolezza al giorno, per favore”, pone una base chiara per le interazioni successive.
  2. stile: Il passaggio successivo è selezionare lo stile o il formato in cui desideri ricevere la risposta. Copilot è in grado di generare risultati in un’ampia gamma di formati, dai testi informativi agli elenchi dettagliati.
  3. Dettagli: fornire al copilota i dettagli di base sulla situazione, le preferenze personali o altro contesto rilevante Ciò potrebbe influire sulla personalizzazione della risposta.
READ  Come attivare la verifica in due passaggi su WhatsApp
Nevio Buratti
Nevio Buratti
"Evangelista di zombie dilettante. Creatore incurabile. Orgoglioso pioniere di Twitter. Appassionato di cibo. Internetaholic. Hardcore introverso."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles