Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aperti i seggi elettorali per le elezioni generali nella Repubblica Democratica del Congo

Aperti i seggi elettorali per le elezioni generali nella Repubblica Democratica del Congo

Kinshasa, 20 dicembre 2019 (Xinhua) – I seggi elettorali hanno aperto questa mattina, con ritardi in alcuni casi di ore, nella Repubblica Democratica del Congo, che mercoledì si terranno le elezioni generali alle quali parteciperà il presidente uscente. Felix Tshisekedi sta cercando un secondo mandato.

Lunghe code di persone si sono formate fin dalle prime ore della giornata, come l’EFE ha potuto constatare in diversi seggi elettorali della capitale congolese, Kinshasa.

“Sono qui dalle 06.30 (05.30 GMT) e ho notato che i materiali sono arrivati ​​molto tardi. Gli agenti dell’INEC sono appena arrivati”, ha detto Karen Debo, un’elettore. Ha detto che i pazienti stavano aspettando davanti a una scuola elementare nella città di Kalamu.

“Sono quasi le 8.05 e non è ancora iniziato nulla. Gli agenti stanno pubblicando le liste degli elettori, cosa che avrebbe dovuto essere fatta ieri o stamattina. Ma eccomi qui, voterò”, ha aggiunto il funzionario congolese.

Nello stesso centro, anche un rappresentante di uno dei partiti di opposizione, Chris Winde, ha espresso il suo rammarico per il ritardo e ha espresso il timore che “il tempo di chiusura passerà”.

“Di questo passo potremmo chiudere anche alle 20:00 (19:00 GMT). Possiamo dire che l’INEC ha rispettato la data del 20 dicembre ma non l’ora”, ha detto a EFE.

Circa 44 milioni di persone sono chiamate oggi ai 175.000 seggi elettorali, che avrebbero dovuto aprire tra le 6 e le 17 ora locale (nel Paese vigono due fasce orarie, una o due ore in più rispetto al GMT) per votare nelle elezioni presidenziali e legislative. elezioni. . Elezioni regionali e locali.

Inoltre, per la prima volta dall’indipendenza del Paese nel 1960, si voterà anche all’estero – Belgio, Francia, Sud Africa, Stati Uniti e Canada – cosa prevista dalla legge elettorale ma che finora non è stata possibile.

READ  Sintesi della guerra tra Israele e Hamas martedì 26 dicembre

Dopo una campagna segnata da sfide logistiche, il capo della Commissione elettorale nazionale indipendente, Denis Kadima, ha ammesso ieri sera alla televisione nazionale che queste difficoltà costringerebbero a rinviare le elezioni a giovedì in alcune zone del Paese, senza fornire ulteriori dettagli.

Le elezioni si svolgono anche alla luce del conflitto alimentato da decine di milizie e dall’esercito nell’est del Paese e nel mezzo di una nuova escalation di combattimenti da parte del gruppo ribelle Movimento 23 marzo (M23) nella provincia orientale di Paese. Nord Kivu.

Di conseguenza, le regioni di Masisi e Rutshuru, in quella provincia, non potranno votare oggi a causa delle violenze, così come il territorio di Kwamothe, nella provincia occidentale di Mai Ndombe, che è stato testimone di scontri tra comunità per la terra.

In questo contesto, sono state dispiegate sul terreno diverse missioni internazionali, tra cui quelle dell’Unione Africana, dell’American Carter Center e della Comunità per lo Sviluppo dell’Africa Australe (SADC).

Ma l’Unione Europea non sarà presente dopo che il governo si è rifiutato di partecipare perché “ha portato una tecnologia in grado di hackerare il sistema elettronico della Commissione elettorale nazionale indipendente e manipolare i risultati”, ha detto martedì il vice primo ministro congolese. Capo degli Interni, Peter Kazadi.

Secondo il calendario elettorale, i risultati delle elezioni presidenziali dovrebbero essere annunciati il ​​31 dicembre, anche se potrebbero essere pubblicati prima di tale data se il riconteggio dei voti sarà completato.