Aprile 23, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Circa 8mila manifestanti in Italia contro la chiusura dei centri islamici – El Nuevo Diario (Repubblica Dominicana)

Circa 8mila manifestanti in Italia contro la chiusura dei centri islamici – El Nuevo Diario (Repubblica Dominicana)

EL NUEVO DIARIO, ROMA.- La comunità musulmana di Monfalcone, composta da 8.000 persone, e altre associazioni, hanno protestato sabato per le strade della città dopo che l'estrema destra e la Lega Sovrana hanno chiuso il municipio. Ci sono due centri islamici nel posto.

Dietro uno striscione con la scritta “Siamo tutti Monfalcone e siamo tutti italiani”, insieme alle bandiere dell'Italia e dell'Unione Europea, 8.000 persone hanno marciato per le strade della città del Friuli Venezia Giulia, secondo la questura. Quasi un terzo della popolazione è musulmana.

I sindacati e le associazioni italiane si sono uniti ad una manifestazione per il rispetto delle differenze e della libertà religiosa, che è stata molto più numerosa del previsto e si è conclusa pacificamente.

Protestavano contro l'ordinanza del sindaco della Lega, Anna Sisind, che vietava la preghiera nei due centri culturali islamici della città dove si riuniva la comunità musulmana per “motivi di sicurezza” e per “usi impropri” degli edifici.

“Abbiamo il diritto di pregare come cristiani”, ha detto Rejaul Huq dell'associazione Baidus Salat, aggiungendo che a Monbalcon “vivono e lavorano” e “ci sono più di 80 negozi gestiti da bengalesi. I bambini sono andati a scuola e hanno comprato case .

Tra gli intervenuti al termine della manifestazione, il consigliere del Partito Democratico (PD) Chani Phuyan ha condannato “l'atteggiamento discriminatorio nei confronti della nostra comunità” da parte dell'ufficio del sindaco.

Prima della manifestazione, il sindaco ha detto: “Questa vigilia di Natale Monfalcone ha avuto una dimostrazione molto chiara della volontà della società musulmana di ricorrere agli abusi per imporre un modello di Islam molto fondamentalista”.

Quest'estate il sindaco ha vietato anche il burkini, un costume da bagno intero indossato da alcune donne musulmane, sulle spiagge della città.

READ  Nazionale peruviana: Ricardo Carrera incontra Gianluca Lapadula in Italia in vista del turno di qualificazione 2022