Ottobre 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I distributori farmaceutici approfittano della propaganda delle perdite.

I distributori farmaceutici approfittano della propaganda delle perdite.

Bloomberg — I distributori di farmaci meno conosciuti stanno beneficiando silenziosamente del clamore attorno ai farmaci dimagranti Novo Nordisk A/S e Eli Lilly & Co, senza che le loro valutazioni siano altrettanto alte.

McKesson Corp. e Cencora Inc., che mercoledì ha cambiato nome in AmerisourceBergen Corp., questo mese hanno alzato le loro previsioni per l’intero anno a causa dei maggiori volumi del farmaco di successo. Hanno aumentato le entrate di Syncora di circa 2 miliardi di dollari lo scorso trimestre. Ciononostante, le azioni di entrambe le società rimangono più economiche rispetto alla media dei loro concorrenti, sulla base di una valutazione degli utili futuri stimati.

Layla, Si prevede che quest’anno il suo farmaco Monjaro otterrà l’approvazione degli Stati Uniti contro l’obesità, con i suoi utili futuri scambiati a 49 volte, anche più di quelli di Nvidia, il più grande sostenitore dell’intelligenza artificiale, a 34 volte. Novo, il cui Wegovy è l’unico farmaco GLP-1 approvato per la perdita di peso negli Stati Uniti, viene ora scambiato a 33 volte gli utili futuri a New York. Le azioni McKesson vengono scambiate a 16 volte e Cencora a 14 volte, al di sotto della media delle società sanitarie S&P 500, che è 19 volte.

Le valutazioni di Novo e Lilly riflettono il potenziale dei loro farmaci di rivoluzionare il settore sanitario, influenzando la domanda di qualsiasi cosa, dai dispositivi medici e programmi dietetici ai fast food e alle app di appuntamenti. È difficile calcolare il costo medico dell’obesità negli Stati Uniti, ma uno studio citato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ha stimato il costo a 173 miliardi di dollari all’anno.

READ  Amazon sta ricevendo critiche per aver offerto agli influencer solo $ 25 per video

McKesson e Cencora hanno anche un potenziale di rialzo maggiore rispetto a Lilly e Novo, in base agli obiettivi di prezzo medi degli analisti. Si prevede che le sue azioni aumenteranno fino al 15% nei prossimi 12 mesi, mentre le case farmaceutiche commerciano al di sopra dei loro obiettivi. Le azioni McKesson sono aumentate del 12% quest’anno e le azioni Cenkora sono aumentate del 9%, meno dell’indice S&P 500, che è aumentato del 17%. Le azioni Novo sono aumentate del 41% a New York e le azioni Lilly sono aumentate del 51%.

Gli analisti stanno cominciando a riconoscere il potenziale di rialzo per i trader. Il farmaco è stato menzionato per un totale di 38 volte nelle recenti comunicazioni sugli utili di McKesson e Cencora, rispetto alle nove volte del trimestre precedente.. Ciò contrasta con un totale di 11 segnali nelle chiamate di Lilly, Pfizer Inc, Abbvie Inc e Merck & Co. In questo trimestre, mentre Johnson & Johnson e Bristol-Myers Squibb Co. non ne hanno parlato affatto.

L’incertezza sulla domanda a lungo termine smorza l’entusiasmo di alcuni analisti. “Sarà interessante vedere, un anno dopo, quante persone lo stanno ancora assumendo”, ha detto in un’intervista Brian Tankelot, un analista sanitario di Jefferies. Gli effetti collaterali e l’alto costo dei farmaci – che negli Stati Uniti possono raggiungere i 1.300 dollari al mese – potrebbero incidere sulla domanda.

Maggiori informazioni su Bloomberg.com