Aprile 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I lavoratori solidarizzano con le comunità anti-minerarie in Ecuador (+Post)

I lavoratori solidarizzano con le comunità anti-minerarie in Ecuador (+Post)

Questa organizzazione ha espresso, attraverso un comunicato, il suo sostegno alle azioni intraprese dal movimento indigeno in difesa delle sue terre dopo gli scontri avvenuti martedì tra l'esercito e gli abitanti della città di Palo Quemado in quella giurisdizione.

Il CTSE rimane attento all'assalto dell'estrazione mineraria su larga scala e all'imposizione degli interessi della classe sfruttatrice contro i lavoratori e le loro terre, come espresso nel documento.

Questo mercoledì, gli indigeni e gli agricoltori della provincia di Cotopaxi continuano a resistere allo sfruttamento minerario e alla presenza dell'esercito e della polizia che generano conflitti.

I leader del Movimento Indigeno e Contadino di Cotopaxi (MICC) hanno indetto oggi una giornata di mobilitazione contro la presenza di gruppi armati e gli scontri a Palo Quemado e Las Bambas, due parrocchie di Cotopaxi, nella regione andina, dove hanno denunciato la realizzazione di un progetto minerario da parte della società canadese Atico Mining Corp.

Il Fronte nazionale anti-minerario ha riferito che a seguito degli attacchi finora sono rimaste ferite 15 persone, tra cui anziani, donne e giovani, che sono stati attaccati con proiettili di gomma, palline di vetro e lacrimogeni.

Il Fronte ha affermato che sette di loro sono in gravi condizioni con ustioni sul viso, sulle braccia e sulle gambe e ha ritenuto il governo di Daniel Noboa responsabile della sicurezza e della vita delle persone colpite dall'aggressiva politica mineraria.

Nel frattempo, la Confederazione delle nazionalità indigene dell’Ecuador (CONAE) ha intentato una causa per incostituzionalità dell’accordo ministeriale emesso dal governo per intensificare l’attività mineraria.

Il presidente della CONAE, Leonidas Iza, ha denunciato la partecipazione del gruppo Nobis, affiliato alla famiglia del presidente Daniel Noboa, all'attività estrattiva nel paese e cerca di garantire profitti al suo consorzio.

READ  Prinsa Latina è stata la guida di Fidel Castro a Panama (+ foto)

m/nta