Febbraio 27, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I primi quattro del draft NBA non hanno giocato al college

I primi quattro del draft NBA non hanno giocato al college

Per la prima volta dal 2001, quattro delle prime cinque scelte al draft della NBA non hanno giocato a basket universitario negli Stati Uniti.

La prima scelta, Victor Wimpanyama, ingaggiato dai San Antonio Spurs, ha giocato nella Major League francese.

Il terzo classificato Scott Henderson giocherà per i Portland Trail Blazers dopo due stagioni con la G-League Ignite. La scorsa stagione, ha segnato una media di 17,6 punti, 6,6 assist e 5,1 rimbalzi in 25 partite, inclusa una prestazione offensiva di 28 punti in una partita di preseason contro i Wimpanyama Metropolitans ’92.

I successivi due draft pick, i gemelli Emin e Ozar Thompson, hanno giocato nella Elite Extra League, una lega professionistica ad Atlanta tra i 16 e i 20 anni.

Amin Thompson è stato ingaggiato dagli Houston Rockets e Osar dai Detroit Pistons.

“Sai quando vedi qualcuno d’élite”, ha detto il direttore generale dei Pistons Troy.

wafer.

“Penso che Halle Berry sia bella in chiesa o in negozio. Allo stesso modo mi sembra che possano avvertire quando vedono qualcosa di molto speciale”.

I selezionatori hanno dimostrato che i campionati minori stranieri e nazionali sono sempre più praticabili come modi per entrare nell’NBA.

Henderson ha detto che il suo tempo nella G League lo ha reso il giocatore più preparato nel draft.

“Giochiamo contro i professionisti ogni sera e contro giocatori che si sono distinti al college, all’estero, che vanno e vengono in campionato, che vengono a giocare contro di noi, per dimostrare di avere il potere di controllare le scelte di reclutamento o altro”, ha detto. .

L’unico giocatore tra le prime cinque selezioni di giochi universitari è stato Brandon Miller dell’Alabama. Gli Charlotte Hornets lo presero come seconda scelta.

READ  I Giants hanno ottenuto la loro prima vittoria casalinga su HR con una chiave di Conforto

Wimpanyama aveva giocato le tre stagioni precedenti nella French Professional League.

La scorsa stagione, Wimpanyama ha guidato il campionato in termini di punteggio e tiri a bordo. Era il giocatore della stagione regolare più prezioso nella storia del campionato e il giocatore difensivo dell’anno.

Disse: “Non posso descriverlo”. “Sono ancora fresco. La cosa migliore che mi sia mai capitata nella vita, sai. La migliore notte della mia vita. L’ho sognato per così tanto tempo. È un sogno che si avvera. Incredibile.”

Miller è stato selezionato dalla prima squadra All-American dell’Associated Press e ha ottenuto una media di 18,8 punti, 8,2 rimbalzi e 2,1 assist.

Grazie ai gemelli Thompson, i City Reapers hanno vinto l’Overtime Elite Championship la scorsa stagione.

L’Ausar è stato l’MVP della stagione regolare e delle finali, mentre l’Amen è stata una selezione di tutte le leghe della prima squadra e ha avuto 9,2 assist a partita durante il periodo supplementare d’élite.