Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Cremlino rimprovera l'Occidente per non aver condannato l'abbattimento dell'aereo russo in seno al Consiglio di Sicurezza

Il Cremlino rimprovera l'Occidente per non aver condannato l'abbattimento dell'aereo russo in seno al Consiglio di Sicurezza

Foto d'archivio del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Efi/EPA/Justin Lin

Mosca, 26 gennaio (IF).- Oggi il Cremlino ha criticato i paesi occidentali per non aver condannato l'abbattimento da parte dell'Ucraina dell'aereo da trasporto militare russo Il-76 che trasportava prigionieri ucraini durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU tenutasi alla vigilia dell'incontro.

Il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov ha annunciato, nella sua conferenza stampa quotidiana, che “finora non c'è alcuna condanna categorica di questo terribile attacco terroristico da parte dei paesi occidentali. Non abbiamo sentito una sola parola di condanna”.

Secondo un rappresentante del Cremlino, “questo evento richiede un’adeguata valutazione da parte della comunità internazionale”, poiché ha affermato che “non è la prima volta che Kiev uccide il proprio popolo”.

Alla domanda sulla disponibilità della presidenza russa a fornire prove alle Nazioni Unite o ad altre organizzazioni internazionali sul coinvolgimento di Kiev nell'abbattimento dell'aereo o sul fatto che le autorità ucraine sappiano chi era a bordo dell'aereo, Peskov ha risposto: “Non lo so”. avere qualcosa.” Aggiungi adesso.”

“Gli investigatori stanno lavorando e le decisioni verranno prese dopo aver ottenuto tutte le informazioni necessarie”, ha aggiunto.

Il vice ambasciatore russo presso le Nazioni Unite, Dmitry Polyansky, ha dichiarato un giorno davanti al Consiglio di sicurezza che l'abbattimento dell'aereo nella regione di Belgorod è stato “un attacco estremamente primitivo e codardo da parte dei rappresentanti di Kiev che non si assumono le proprie responsabilità”. Ha escluso che si tratti di “una mancanza di coordinamento all’interno delle forze armate ucraine, un’iniziativa (individuale) o un crimine che trascende ogni moralità”.

Il delegato americano, Robert Wood, non è andato a confutare l'ipotesi russa, affermando che “il Cremlino ha la responsabilità ultima dell'inizio di questa guerra e della sua continuazione”, ma senza entrare nei dettagli dell'aereo e del suo abbattimento.

READ  Stati Uniti e Cina dovrebbero parlare "direttamente" di questioni economiche (Segretario al Tesoro USA)

A sua volta, il segretario generale aggiunto per gli affari politici delle Nazioni Unite, Rosemary DiCarlo, ha riconosciuto che le Nazioni Unite “non sono nella posizione di verificare le notizie o le circostanze” dell’incidente.

DiCarlo ha sottolineato che “ciò che è chiaro è che l'incidente è avvenuto nel contesto dell'invasione russa dell'Ucraina” e ha chiesto alla Russia e all'Ucraina di “evitare azioni, dichiarazioni e accuse che potrebbero infiammare ulteriormente la situazione”.

Secondo la versione russa, l'aereo da trasporto militare Il-76 è stato abbattuto mercoledì dall'Ucraina con a bordo 65 prigionieri di guerra ucraini, oltre a sei membri dell'equipaggio e tre guardie russe, che presumibilmente si stavano recando in Ucraina per effettuare un'operazione operazione militare. Scambio di prigionieri.

L'Ucraina, che ha confermato che si stava preparando uno scambio, insiste che l'aereo trasportava armi e non prigionieri di guerra.