Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Presidente della Bolivia ribadisce la sua volontà a favore dell’educazione

Il Presidente della Bolivia ribadisce la sua volontà a favore dell’educazione

La Paz: Dopo aver co-ospitato lo show televisivo Accademia della conoscenzaIl presidente della Bolivia, Luis Arce, ha ribadito la volontà di trasformare l’istruzione in conformità con le esigenze del paese multinazionale.

Sono lieto di partecipare al lancio del programma educativo Accademia della conoscenza, un’iniziativa del nostro canale statale Canal_BoliviaTV, dove i nostri giovani metteranno alla prova le loro conoscenze. #2023AñoDeLaJuventud”, ha scritto un anziano in un tweet.

Arce non solo ha pronunciato il discorso di apertura dell’evento trasmesso dal principale canale televisivo del paese andino e amazzonico il 16 giugno, ma si è anche unito ai suoi ospiti e ha posto domande sulla matematica ai primi classificati.

48 studenti delle scuole superiori del dipartimento di La Paz con le migliori medie nei loro record partecipano a questo concorso di conoscenza, il cui vincitore riceverà 50.000 boliviani (circa settemila dollari).

“Noi boliviani sappiamo ballare e cantare, ma abbiamo anche conoscenza e possiamo competere con la conoscenza, dobbiamo sempre migliorare la nostra agilità mentale ed è per questo che queste competizioni sono progettate”, ha spiegato il presidente.

In un’azione congiunta, il Ministero dell’Istruzione e il Sottosegretario al Ministero delle Comunicazioni hanno lanciato Accademia della conoscenza.

48 studenti del quinto anno di scuola superiore sono stati selezionati tra i 250 con le migliori medie di varie unità educative nelle città di La Paz e El Alto.

A questo punto, ogni candidato deve rispondere a domande su otto materie del programma: matematica, tecnologia, chimica, storia, biologia, genitorialità, letteratura e grammatica.

Secondo il team di produzione, il programma andrà in onda sabato, a partire dalle 20:00 ora boliviana, e in ogni partita si giocheranno tremila punti, distribuiti su sette partite. Alla fine di ogni capitolo, la squadra con il punteggio più alto nella competizione passa al turno successivo.

READ  La battaglia per la verità

Nella gran finale, i due studenti che hanno lavorato in squadra in tutte le fasi precedenti si sfideranno l’uno contro l’altro e solo uno vincerà il premio.

Arce raccomanda ai 48 concorrenti “Auguro il massimo successo a chi gareggia, per lavorare, per studiare e per prepararsi”.

Da parte sua, ha detto il direttore generale della società Bolivia TVJulio Valdivia ha indicato che dopo questa prima esperienza, programmi simili saranno realizzati nelle città di Cochabamba e Santa Cruz.

Nel frattempo, il viceministro delle comunicazioni, Gabriela Alcon, ha confermato che questo spazio fa parte del buon contenuto Bolivia TV Si suggerisce alla popolazione. “Sono lieta di vedere come continuiamo a crescere e a fornire contenuti di qualità al popolo boliviano e al mondo”, ha dichiarato alla stampa.

La visione decisiva

Arce ha sottolineato lo scorso 12 aprile che la qualità dell’istruzione in Bolivia è lungi dall’essere un fattore di sviluppo del Paese e ha esortato a lasciare alle spalle le questioni settoriali e passare alla soluzione dei problemi strutturali.

In un’intervista con No Truce Night, ha detto di Chain A.

Il pensatore ha sottolineato che con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’istruzione, l’osservatorio in materia è stato trasferito dal Ministero dell’Istruzione al Ministero della Pianificazione in modo che questa attività sia uno strumento di sviluppo, crescita e opportunità per lo Stato, durante la valutazione dell’apprendimento degli studenti.

In questa direzione, Arsi ha espresso il benvenuto del governo all’idea di tenere nel 2024 la Conferenza nazionale sull’istruzione, che sarebbe uno spazio ideale per discutere di questioni strutturali.

A questo proposito, ha confermato che, in quanto professore universitario, era molto interessato a partecipare.

READ  Forte ripresa delle prospettive per il mercato retail in Vietnam

Raccomandava, nell’ambito dell’aggiornamento dei curricula, di concentrarsi su discipline quantitative come la matematica, la fisica, la chimica e la biologia, oltre che sulla lingua inglese, che riteneva fondamentale per arricchire le conoscenze scientifiche, oltre alla lingua madre.

Ha commentato: “Siamo a scuola da 12 anni e dovrebbero insegnarci l’inglese, ma i diplomati delle scuole superiori conoscono l’inglese? Come sono le tue abilità in matematica quando sostieni l’esame di ammissione all’università?”

Ha criticato i problemi persistenti di scrittura, ortografia, lettura e comprensione. Ha sottolineato che “questo deve essere risolto, non sedendosi e negoziando per più o meno ore, o mobilitandosi di più o mobilitandosi di meno”.

Il capo dello Stato ha insistito sul fatto che la questione educativa non è monopolio degli insegnanti, ma spetta piuttosto ai genitori, alle università, al sindacato dei lavoratori boliviani, alle organizzazioni sociali e ai media, tra le altre istituzioni.

In relazione a questa osservazione, si è ritenuto che sia necessaria una valutazione interna e con la partecipazione di esperti internazionali.