Febbraio 21, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Procura italiana ha sbagliato a chiedere l’estradizione di Marta Lucia Ramirez per affari di aviazione militare

La Procura italiana ha sbagliato a chiedere l’estradizione di Marta Lucia Ramirez per affari di aviazione militare

Dal 5 settembre fanno il giro di Instagram (1), Tic toc (1,2), Facebook (1,2,3) E Twitter (1) riferisce che l’Italia ha chiesto l’estradizione dell’ex vicepresidente Marta Lucia Ramirez per appalti militari. Le pubblicazioni parlano di un’indagine della Procura di Napoli secondo cui la Marina italiana avrebbe ricevuto circa 80 milioni di dollari in tangenti per acquistare attrezzature militari durante il precedente governo.

Post su TikTok, Instagram, Twitter e Facebook sull’argomento.

Poiché questa informazione è diventata virale, noi di Colombiacheck abbiamo deciso di verificarla e abbiamo scoperto che era falsa. Non c’è stata alcuna richiesta di estradizione e infatti la Procura di Napoli ha rilasciato un comunicato in cui assicurava che Ramírez non era indagato.

Inizialmente, eravamo a Cerca su Google Parole di Marta Lucia, ricercate e ritrovate in quei media come l’Italia e noi Radio lumaca, Kieneke E Radio Blu Hanno pubblicato notizie del 6 giugno 2023, che indicavano che l’ex vicepresidente era indagato dalla procura del paese.

Media italiano Corriere della Sera Generale Il 6 giugno un articolo rivelava presunte trattative private tra rappresentanti dei due governi per l’acquisizione di 24 aerei M346, due sottomarini e due navi da guerra, ma l’acquisto non si è concretizzato a causa di disaccordi tra le parti.

Ciononostante la Procura napoletana ha accettato l’inchiesta per il peggior reato di corruzione internazionale. Dal rapporto risulta che la Procura di Napoli stava indagando sull’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema.

Così si legge nella nota: “Lo scopo di questa operazione è ottenere dalle autorità colombiane la conclusione di contratti per un valore superiore a 4 miliardi di euro. Per riuscirci hanno promesso ad altri un corrispettivo illegittimo di 40 milioni di euro, corrispondenti al 50% di una commissione complessiva di 80 milioni di euro.

READ  Una battaglia a tre in Italia per il gioiello dell'Eintracht Francoforte

dentro pubblicazione Si riferiscono all’ex ministro degli Esteri e vicepresidente della Colombia sintomi verso Ramirez sui social network.

Ecco cosa dice la Procura italiana

Di Richiesta di sicurezza Lo status giuridico di Ramírez è stato annunciato l’8 agosto 2023 dalla Procura della Repubblica Napoli. Dichiarazione ufficialeSecondo quanto riferito, l’ex funzionario non era coinvolto in alcuna attività criminale nel paese ed era collegato a presunte tangenti per acquistare aerei dal governo.

Nel rapporto Ha sottolineato La Procura napoletana sulla base delle testimonianze e delle osservazioni degli interrogati Affermazioni È stato vicepresidente della Camera dei rappresentanti d’Italia Vice Ministro della Difesa Nelle trattative, Giorgio Mule ha potuto confermare che Ramírez non ha partecipato a tali trattative, poiché a quelle conversazioni hanno partecipato personalmente solo funzionari dei ministeri della difesa dei due paesi, quindi non è stato coinvolto in tale indagine.

Lui liberazione La Procura della regione italiana afferma: “Non esiste alcun documento che colleghi la signora Marta Lucia Ramírez a qualsiasi altra indagine penale condotta in Italia” e aggiunge anche sulla questione della presunta partecipazione. Le trattative per l’acquisto degli aerei “non sono sotto inchiesta”.

Dichiarazione ufficiale degli avvocati di Ramirez

Da parte loro, lo hanno rivelato sul social network Twitter gli avvocati di Ramírez, Víctor Mosquera Marín Abogados, e l’avvocato italiano Flavio Cioccarelli. Dichiarazione ufficiale (1) la mattina del 26 settembre sostengono che l’ex funzionario non era e non fa parte del processo in corso in Italia.

A sua volta, ha sottolineato l’ex vicepresidente liberazione Che non faceva parte di quei negoziati: “Nella mia veste di vicepresidente e presidente durante la precedente amministrazione, non avevo alcuna autorità o responsabilità in relazione all’acquisto di aerei o attrezzature militari. Non sono coinvolto, né ho partecipato a riunioni o riunioni con organizzazioni nel campo della sicurezza e della protezione. Le questioni relative al dialogo con il Ministero della Difesa e le aziende del settore sono state sempre gestite attraverso il canale consueto: il Ministero della Difesa Nazionale e gli appalti di quella società dovevano essere spiegati da coloro che erano in quel portafoglio.”

READ  Una scoperta sottomarina in Italia nel VII secolo a.C. Magna getta nuova luce su Gracia

Oltre a quanto sopra, ha aggiunto una serie di dillumule (1,2) non è coinvolta nell’acquisto di aeromobili in adempimento dei propri obblighi.

E la richiesta di consegna?

Come dettagliato in Una guida pratica per la presidenzaL’estradizione è un meccanismo di cooperazione internazionale per combattere la criminalità. Quando queste richieste vengono presentate dall’estero, è responsabilità del Ministero della Giustizia e della Legge ricevere ed esaminare la richiesta dopo che il processo è stato completato dalla Direzione degli Affari Esteri. Il Dipartimento di Diritto Internazionale del Ministero degli Affari Esteri funge da canale diplomatico iniziale per questo processo, attraverso il quale il Ministero trasmette alle istituzioni colombiane competenti tutte le comunicazioni effettuate dallo Stato richiedente attraverso la diplomazia. Missione della Colombia all’estero.

Ora, nel caso specifico dell’aviazione, lo è Direzione degli affari giuridici internazionali Il Ministero degli Affari Esteri è il primo a denunciare i fatti, per questo abbiamo consultato quell’agenzia presso Columbiacheck e ci hanno detto che ad oggi non risulta alcuna richiesta del genere da parte delle autorità italiane. Chi da luglio 2020 Condividere Trattato di resa.

Oltre a quanto sopra, Colombiacheck classifica come false le pubblicazioni secondo le quali l’Italia avrebbe richiesto l’estradizione della vicepresidente Marta Lucia Ramirez.