Febbraio 27, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le proteste degli agricoltori raggiungono Bruxelles mentre cresce il malcontento sull’agenda verde dell’UE

Le proteste degli agricoltori raggiungono Bruxelles mentre cresce il malcontento sull’agenda verde dell’UE

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Inglese

Alla manifestazione hanno partecipato diversi deputati di estrema destra del Parlamento europeo.

Pubblicità

Sebbene la manifestazione fosse di dimensioni inferiori rispetto a Altri Eventi simili avvenuti di recente in Germania, Francia e Romania hanno mostrato la presenza di una manciata di membri del Parlamento europeo provenienti da gruppi di estrema destra. L'insoddisfazione degli agricoltori influisce sull'agenda politica.

I manifestanti hanno parlato della loro frustrazione nei confronti delle politiche chiave dell’UE, ad es Il Green Deal e gli accordi di libero scambio con i paesi terziCon il pretesto di danneggiare i loro mercati e i loro redditi.

in Francia, Gli agricoltori hanno chiuso le strade principali negli ultimi giorni In segno di protesta contro le normative ambientali del governo e l’aumento dei costi energetici. Romania e Germania hanno assistito a manifestazioni simili, con gli agricoltori che chiedevano tasse più basse e sussidi più equi.

“Vogliamo dimostrare che, sia in Francia che nel resto dell'UE, non sono i tecnocrati, che non hanno idea di quanto sia difficile o difficile produrre un prodotto di alta qualità in Francia, a decidere”, ha detto Patrick a Euronews. . Legrasse, agricoltore e membro del Sindacato francese di coordinamento rurale.

Legrasse ha anche chiesto la fine delle importazioni agricole di bassa qualità che minacciano il sostentamento degli agricoltori europei.

Jorge Buxade, membro spagnolo del Parlamento europeo per il gruppo di estrema destra Conservatori e Riformisti Europei (ECR), ha dichiarato: La sua “convinzione politica” è quella di aiutare gli agricoltori europei.“Abbiamo votato contro la politica agricola comune, il che significa ridurre gli aiuti a cui hanno diritto i nostri agricoltori”, ha spiegato, aggiungendo che il Partito popolare europeo di centrodestra sta sfruttando l’insoddisfazione degli agricoltori. Per “puro interesse” e per ottenere punti politici.

READ  I combattimenti a Gaza, la situazione dei civili e altro ancora

La manifestazione ha avuto luogo appena un giorno prima che la Commissione europea lanciasse il suo appello “Dialogo” sull’agricolturamira a “depolarizzare” il dibattito sulla transizione ambientale.

Gli ambiziosi obiettivi climatici del blocco e le politiche industriali verdi appaiono come uno degli obiettivi Maestri imballatori degli elettori dell’UE alle elezioni europee dal 6 al 9 giugno.

Mercoledì, il commissario europeo al Commercio Valdis Dombrovskis ha difeso il Green Deal definendolo un accordo vantaggioso per tutti L’iniziativa “a lungo termine” dell’Unione per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 Egli ha aggiunto che è “ovviamente importante” che i lavori nella prossima legislatura continuino dopo le elezioni di giugno.

Il responsabile dei diritti sociali della Commissione, Nicolas Schmidt, il principale candidato dei Socialisti e Democratici di centrosinistra alle elezioni di giugno, ha affermato che il blocco Era sua responsabilità “difendere” il Green Deal E applicarlo “in modo giusto ed equo in modo che alla fine vincano tutti”.

Le recenti proteste, che hanno visto i trattori bloccare le strade nelle principali città europee, inclusa la capitale tedesca Berlino, hanno evidenziato l’importanza del malcontento degli agricoltori transfrontalieri.