Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’inizio storico di Shuhei Ohtani

L’inizio storico di Shuhei Ohtani

Shohei Ohtani non smetterà mai di stupirci. Il suo lancio di venerdì contro i Royals è stato un altro momento straordinario, poiché i giapponesi hanno lanciato sette inning senza reti eliminando 11 battitori e concedendo solo due colpi.

Attualmente, Ohtani ha un’ERA di 0,63, 0,82 WHIP, mentre mantiene i battitori avversari a una media di 0,92 e una percentuale di colpi di 0,15. Ha anche segnato quattro fuoricampo, incluso un colpo di 116,7 mph questa settimana allo Yankee Stadium, per un tasso di colpi gravemente superiore al 50%.

Ecco cinque statistiche che mettono in prospettiva la grandezza di Ohtani.

• Come notato in precedenza, in questa stagione Otani ha segnato una media di 0,92 trattenendo avversari. È il miglior numero che un lanciatore ha lasciato nei suoi primi cinque inizi di una stagione da quando il tumulo è stato spostato alla distanza attuale nel 1893, secondo l’Elias Sports Bureau (minimo 10 inning, per isolare i titolari tradizionali). In precedenza, il record era .102, stabilito da David Kuhn nel 1999.

• Diamo uno sguardo più approfondito alla media di battuta. Otani ha affrontato 105 battitori e ha concesso solo otto colpi. Questo è il minor numero di colpi a cui un lanciatore ha rinunciato nei suoi primi cinque inizi di stagione almeno dal 1901 (almeno 20 inning riusciti).

• Non è niente di nuovo. Ohtani ha concesso tre o meno successi in ciascuna delle sue ultime nove uscite risalenti alla scorsa stagione. È la seconda serie più lunga tra gli antipasti tradizionali dal 1893, dietro solo a Jacob DeGrom nel 2021 (10), secondo Elias.

Otani ora ha 12 partite con 10 o più strikeout dall’inizio della stagione 2022, il massimo in quel periodo. Stiamo parlando di un giocatore che colpisce anche la palla a 118 miglia all’ora.