sabato, Luglio 20, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Sinar Festival, uno spazio per condividere momenti di armonia, musica e…

La seconda edizione del Festival di Sanar si terrà per la prima volta nella città di Cochabamba e offrirà uno spazio di incontro tra conoscenza, yoga, musica, medicina e danza.

Le attività che si svolgeranno durante questa giornata del festival includono sessioni di yoga e meditazione guidata, nutrizione ayurvedica, laboratori di canto, spazi di salute olistica e sessioni di danza estatica.

Tutte le attività saranno guidate da rinomati istruttori di yoga come Diego Rivera, noto come Yogi andino, anch’egli certificato in Terapie Olistiche e con grande esperienza nella guida di lavori di medicina ancestrale; ed Eçao Franco, che ha collaborato con gruppi come i Boy Scout e il Comitato femminile di Cochabamba della Joint Commission International insegnando lezioni e seminari di yoga.

In un’intervista con OPINIÓN, Diego Rivera ha parlato della sua esperienza personale nella sua vita professionale come istruttore di yoga e delle sue aspettative per questa seconda edizione del festival. Con più di otto anni di esperienza in questo campo, Diego è felice di mostrare questo mondo dello yoga a tutte le persone che vogliono saperne di più sulla pratica.

“Mi sento molto orgoglioso di continuare a sostenere questo spazio di intrattenimento e intrattenimento. Ho iniziato a insegnare al GFU Yug Yoga Yogism, una tradizione che sembra molto completa, integrata e completa dove sono certificato come insegnante di Ghatastha, Hatha e Raja Yoga. Sono quasi due anni che condivido la mia pratica e mi sento così ispirato e grato per questo. Il percorso dello yoga per me è un trampolino di lancio che mi aiuta a superare gli ostacoli e a portare la mia vita ad un altro livello. parola.”

READ  Cos'è Microsoft PC Manager e come velocizza un PC Windows?

Diego ha inoltre commentato che si è deciso che la seconda edizione di questo festival si terrà a Cochabamba grazie alla direzione di Fabio Agudo, musicista conosciuto come Ancentral, che ha partecipato anche alla prima edizione di “Sanar”, poiché lo scopo era quello di condividere pratiche e insegnamenti sani per la vita quotidiana e mostrare una vita e una prospettiva alternative e comprendere questo processo collettivo e personale, creando uno spazio sano, sicuro e senza alcol per condividere la gioia della sopravvivenza e dimostrare che la salute olistica è a portata di mano attraverso piccole decisioni.

“Spero che le persone possano portare via l’esperienza e gli strumenti che nutrono tutte le loro dimensioni o corpi (mentale, emotivo, fisico, spirituale) e allo stesso modo io possa portare via l’esperienza di poter condividere dal cuore tutto quell’amore che mi nutre e mi guida in questo percorso”, ha aggiunto. Qui colgo l’occasione e lascio un ricordo; Sono io quello che impara di più ogni volta che ho il privilegio di insegnare questo bellissimo percorso dello yoga.

Sul palco del festival si esibiranno artisti e gruppi nazionali come l’Ancestral Ritual Music Project e artisti internazionali come il gruppo di musica elettronica argentino El Milagro Verde e l’artista cileno Monk.

Questa seconda edizione è gestita dal Centro Culturale Ancestrale Bolivia, Danza Ecstasy della Bolivia, Centro Culturale Brave e Yogi Andino. La prima edizione del Festival di Sanar si è tenuta a La Paz nel maggio di quest’anno.

Alla fine del discorso, Diego ha espresso la speranza che il festival si espanda e si moltiplichi in più località del paese, data l’importanza che gli organizzatori del festival gestiscano spazi sani per aumentare la consapevolezza su tutto ciò che attraversiamo come comunità e percorso. Ciò che viviamo come madri, padri, figli, colleghi e amici.

READ  Ambiente ad acquerello, dipinto all'Espacio 36 di Zamora

“Il mio obiettivo con lo yoga è continuare ad imparare perché ogni volta che imparo qualcosa di nuovo mi rendo conto che ho ancora molto da imparare sulla mia natura e sulla natura che mi circonda. Questo è un invito di uno dei miei insegnanti: studiare per Dio attraverso La Sua creazione e la cosa più vicina a Lui che abbiamo è la nostra stessa esistenza! Ogni volta imparo di più sulla mia natura e penso all’intero processo che è dovuto accadere affinché potessi essere qui e ora, viaggiando in questa vita e su questo percorso dello yoga, sono stupito e stupito”, conclude Diego.

Il trattamento si svolgerà durante tutta la giornata di domenica 26 novembre presso il Centro Culturale Fearless dalle ore 10:00 ed è aperto al pubblico. I biglietti costano 80 e costano 120 boliviani per accedere al pacchetto completo.

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles