Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sintesi della guerra tra Israele e Hamas questo lunedì 8 gennaio 2024

Sintesi della guerra tra Israele e Hamas questo lunedì 8 gennaio 2024

Biden afferma che sta “lavorando silenziosamente con il governo israeliano per ridurre significativamente l’entità dell’uscita da Gaza”.

Joe Biden scende le scale dell'Air Force One dopo essere arrivato al Love Field di Dallas, l'8 gennaio. LM Otero/AFP

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato lunedì che sta lavorando per convincere il governo israeliano a ridurre significativamente la quantità di aiuti o a “uscire” da Gaza.

Ha parlato durante un evento elettorale presso la chiesa episcopale metodista africana Emanuel nella Carolina del Sud – eScena di sparatoria di massa Nel 2015 è stata boicottata dai manifestanti che chiedevano un cessate il fuoco a Gaza.

“Se davvero avete a cuore le vite perse qui, dovreste onorare le vite perse e chiedere un cessate il fuoco in Palestina”, ha gridato un manifestante al presidente, riferendosi alla sparatoria di massa che ha ucciso nove parrocchiani.

Poi un gruppo di manifestanti ha iniziato a gridare “cessate il fuoco adesso”.

È stato chiesto loro di andarsene, mentre i loro seguaci cominciavano a cantare: “Altri quattro anni”. Questo momento evidenzia le divisioni all’interno del Partito Democratico sulla questione dopo tre mesi di campagna militare israeliana a Gaza in seguito agli attacchi di Hamas contro Israele il 7 ottobre.

Biden ha riconosciuto le proteste, dicendo: “Capisco il sentimento e ho lavorato in silenzio con il governo israeliano per ridurre significativamente le proteste e per uscire da Gaza”.

Dopo il discorso, il vicedirettore della campagna di Biden, Quentin Fowlkes, ha detto ai giornalisti: “Naturalmente il presidente sta ascoltando”.

“Ascolta ogni parte della sua base”, ha aggiunto Foulkes. “Ecco perché è qui ed è per questo che continueremo a portare questo messaggio ovunque”.

READ  La settimana a Panama è stata incentrata sul dialogo sociale e le elezioni generali

Foulkes ha sottolineato che Biden è stato “molto fermo” nel dire che “anche quando le persone sono in disaccordo con noi, da una prospettiva politica, rispettiamo e comprendiamo le loro opinioni”.

Alla domanda specifica sui manifestanti che chiedono un cessate il fuoco, il direttore delle comunicazioni Michael Tyler ha detto che Biden comprende questi sentimenti.

Ha detto che il presidente “sta affrontando la questione non come un politico, ma come un essere umano e un leader in capo che sta affrontando la questione dal punto di vista di qualcuno che ha in mente la sicurezza americana e la sicurezza globale”.

Negli ultimi mesi, c’è stata una crescente frustrazione interna tra lo staff amministrativo di Joe Biden su come il presidente risponderà all’attacco di Hamas del 7 ottobre.

A novembre, più di 700 funzionari e politici hanno firmato una lettera in cui si chiedeva al presidente di sostenere un cessate il fuoco nel conflitto tra Israele e Hamas. La lettera è stata firmata da dipendenti che lavorano in più di 30 dipartimenti e agenzie, tra cui l'Environmental Protection Agency, l'FBI e la NASA.

Da parte sua, il segretario di Stato Antony Blinken sarà l’ultimo di una lunga sfilata di funzionari della sicurezza nazionale di Biden che martedì incontreranno faccia a faccia il governo israeliano. Questa è la sua quinta visita dall'attacco sferrato da Hamas il 7 ottobre.

I rischi connessi al viaggio di Blinken sono elevati, poiché gli alleati degli Stati Uniti hanno sostenuto Israele all'inizio della guerra, ma sono diventati critici con l'aumento del numero delle vittime civili a Gaza. Questi partner cercheranno prove che Israele stia ascoltando gli Stati Uniti e, mentre le tensioni aumentano nella regione, gli alleati sperano che Blinken possa garantire che Israele abbia un piano realizzabile per porre fine alla guerra tra le preoccupazioni su un conflitto più ampio.

READ  Biden chiede al Partito Democratico di restare unito dopo la dura sconfitta in Virginia

Proprio il mese scorso, funzionari israeliani hanno ricevuto visite anche dal consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, dal segretario alla Difesa Lloyd Austin e da Amos Hochstein, un inviato speciale che lavora su questioni energetiche e ha stretti legami con Israele e Libano.