venerdì, Giugno 21, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Un professionista di Santiago ha deciso di andare a vivere in Italia, nella sua storia e nel suo presente

Un professionista di Santiago ha deciso di andare a vivere in Italia, nella sua storia e nel suo presente

In queste edizioni apprendiamo le storie di Santiago da diverse parti del mondo. Ognuno ha un sogno, ognuno ha storie da raccontare ed esperienze da condividere. Motivi diversi e punti in comune si ritrovano in storie che si rivelano esempi sorprendenti e reali.

La costante ricerca di nuovi traguardi, di atmosfere diverse e terreni sconosciuti, di volta in volta accende nelle persone e crea l'impulso a creare nuovi progetti.

A quel punto, a volte la vita presenta sfide in cui l’unica opzione è cambiare luogo, trasferirsi, trasferirsi e ricostruire la vita quotidiana altrove. Poi il viaggio viene intrapreso con la determinazione di andare avanti, portando con sé sentimenti ed emozioni sepolti nel profondo.

Nell'edizione odierna, Nuevo Diario ha parlato in esclusiva con Fernanda Bertomo, una importante professionista di Santiago che sta sviluppando la sua vita in Italia, in una città che non smette di sorprenderla, come rivela la sua stessa testimonianza.

Attualmente lavora come amministratore presso l'Università per Stranieri di Perugia, situata nel centro Italia. Il 56enne ha due figli; Ezequiel e Leonel Asseph. “Sono molto felice di crescere qui in questa fase della mia vita”, ha detto all'inizio.

Nello stesso senso è andato più in profondità; “La verità è che vivere in Italia è stato un sogno da quando sono arrivato nel 2017. Mi sono innamorato di questo paese dal primo momento. Sono rimasto stupito fin dall'inizio e motivato dal fatto che c'era così tanto da sapere e un'esperienza così bella da fare.

READ  Francia e Italia sono i paesi più esigenti per i tartufi di Teruel

Tentativo

Nel frattempo ha aggiunto: “Una cosa che mi ha motivato ancora di più a venire qui e stabilirmi è che ho un fratello che vive in questo paese da 17 anni. È sempre stato parte della mia passione cercare di creare nuove opportunità. Dal giorno in cui l'ho conosciuto è stato un luogo che mi è sembrato ideale per implementare queste nuove opportunità. Naturalmente, visto che abbiamo discendenti dal nonno materno, era nei miei piani anche richiedere la cittadinanza italiana. Era anche fondamentale che se fossi riuscito a stabilirmi qui come ho fatto, avrei avuto la distanza e lo spazio per condividere il tempo con mio fratello Carlos.

Alla domanda sulla sua prima impressione quando è arrivato in questa città del centro Italia, Perdomo ha detto: “Quando sono arrivato ho avuto un'impressione molto positiva perché ho trovato un'Italia ordinata, pulita e una società molto aperta all'integrazione degli immigrati”. , anzi, a venire. Per l'Italia, senza dubbio, una decisione sostenuta dalla mia famiglia, poiché i miei figli sono indipendenti, ciò che mi ha motivato di più è cercare un futuro migliore, grazie al sostegno di mio fratello Carlos, ho trovato un ambiente caloroso. casa e un buon lavoro, soprattutto ben retribuito, che mi permette di raggiungere una stabilità economica che crea tranquillità.

“Lo shock culturale e la lingua sono spesso considerati una delle principali barriere. È vero che fa parte di questo tipo di esperienze. In particolare, prima di venire qui, ho imparato un po' la lingua. Non è stato immediato, ma poco a poco a poco ho iniziato a sentirmi parte di questa comunità”, ha detto. Ha aggiunto.

READ  "Scioccato" e "sconvolto": Eugenio Salinas derubato davanti al Colosseo in Italia

Sfide

In un'altra parte della conversazione, Perdomo ha riflettuto sulle sfide e sugli obiettivi attuali. Ha osservato: “Quando attraversiamo questo tipo di esperienze, valutiamo anche ciò che stiamo lasciando dietro di noi. Lo dico sempre, la parte più difficile di tutto questo è stare lontano dai miei cari, dalla mia famiglia, dai miei amici, dalle relazioni che ho costruito nel corso degli anni. La cosa bella è che oggi ci sono gli strumenti che la tecnologia ci offre per ridurre in qualche modo le distanze, così grazie alle videochiamate e ai social network ci si sente più vicini.

Sul suo adattamento ha detto: “Mi sono adattato bene, ho creato il mio spazio che mi ha aiutato a sentirmi a mio agio, ma tutto questo non sarebbe stato possibile senza l'aiuto di mio fratello qui. Come dicevo prima, lo sradicamento è molto sentito e bisogna sentirlo con esso. È anche importante sottolineare che ho ricevuto tanto affetto da parte degli italiani e, per fortuna, ho trovato persone dal cuore grande. Grazie a ciò, ho potuto stringere amicizie oneste con brave persone che mi hanno incoraggiato e sostenuto.

Sradicamento

Proseguendo il suo racconto, Fernanda ha detto: “Nella mia esperienza personale, da quando mio fratello era qui, è stato facile emigrare, ma non tutto è come si immagina, le cose non sono così facili. Le procedure legali e la ricerca di lavoro sono tutte questione di fortuna. Tutto richiede tempo. Ma è sempre possibile.

Ogni giorno si sviluppa la sua preziosa esperienza personale, secondo la quale ha aggiunto: “Qui, tra le cose che mi ispirano di più, ci sono la pace economica e la sicurezza, poter prendere il cellulare e camminare per strada senza paura. Lontano da te , non ha prezzo. D'altra parte sono ancora nuove per me, Cose e Luoghi da conoscere Nel tempo libero mi dedico a viaggiare e scoprire luoghi diversi che mi suggeriscono o catturano la mia attenzione.

READ  L'Italia sequestra la barca a vela più grande del mondo dall'oligarchia russa

Anche Fernanda ha avuto spazio per una profonda riflessione quando ha parlato di ciò che le mancava: “Mi mancano i miei figli, i miei nipoti, la mia famiglia, i miei amici a Santiago. Erano i miei affetti abituali, quelli che mi accompagnavano ogni giorno. Sono i legami fondamentali che una persona forma durante tutta la vita. Anche se oggi sono lontano, sono centrali nella mia vita.

In conclusione ha affermato: “Naturalmente nei miei piani c'è anche l'idea di tornare sicuramente a Santiago tra un paio d'anni. Ritornare ai miei luoghi e alla terra che sarà sempre il mio rifugio. L'Argentina è la mia casa”. “

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles