Cosenza, sequestrati beni per 121 mila euro a impiegato accusato di peculato

COSENZA – I carabinieri hanno sequestrato ad un dipendente del Comune di Rota Greca, Mario Chiodo, di 40 anni, residente a Cosenza, indagato per peculato, beni per un valore di 121 mila euro. Dalle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Cosenza, é emerso che Chiodo, impiegato dal 2011 anche nel Comune di Aprigliano, servendosi arbitrariamente del proprio potere di accesso ai capitoli di spesa di quest’ultimo ente, avrebbe distratto, nel periodo compreso tra marzo 2015 e settembre 2017, fondi pubblici dirottandoli verso conti correnti a lui intestati in vari istituti di credito della provincia di Cosenza. Ponendo a fondamento fittizio dei propri movimenti delibere comunali realmente esistenti, Chiodo, secondo l’ipotesi accusatoria a suo carico, avrebbe effettuato in favore dei propri conti correnti, con cadenza mensile, bonifici compresi tra 500 e 2.500 euro.