Aprile 24, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come riconoscere una foto scattata dall'intelligenza artificiale sui social network

Come riconoscere una foto scattata dall'intelligenza artificiale sui social network

Le immagini create utilizzando l’intelligenza artificiale spesso esprimono aspetti futuristici che non esistono in questa epoca. (informazioni sull'immagine)

La proliferazione di immagini generate dall’intelligenza artificiale sui social network come Facebook, Instagram e piattaforme digitali sta modificando la nostra percezione della veridicità visiva, costringendo gli utenti a sviluppare nuove competenze per distinguere tra immagini reali e quelle prodotte da algoritmi.

Queste competenze, essenziali nell’era della disinformazione, includono tecniche specifiche per rilevare anomalie che potrebbero indicare l’interferenza dell’intelligenza artificiale nella creazione di contenuti visivi.

Di seguito forniamo diversi punti da considerare Quali immagini sono creazioni umane e quali sono modificate o prodotte dall'intelligenza artificiale.

Le immagini AI spesso contengono sequenze che potrebbero non essere molto chiare in un'immagine normale. (Immagine illustrativa)

Come è noto, nell’attuale era digitale, stanno diventando sempre più popolari le immagini generate dall’intelligenza artificiale (AI) sui social network, il che rende difficile distinguerle dalle immagini reali. Queste immagini, spesso realistiche, possono essere create per vari scopi, dall'intrattenimento alla disinformazione.

Uno dei primi punti da considerare è che le immagini generate dall’intelligenza artificiale possono mostrare anomalie in piccoli dettagli. Ciò include cose come le dita, che possono apparire deformi o nella misura sbagliata, e i denti, che spesso sembrano troppo uniformi o irregolari.

Nello stesso modo, L’intelligenza artificiale potrebbe avere difficoltà a replicare correttamente trame e motivi complessi, come tessuti o sfondi naturali. La ripetizione insolita di questi elementi potrebbe indicare che l'immagine è stata generata dall'intelligenza artificiale.

Luci e ombre sono un altro elemento che l'IA non ha implementato nel migliore dei modi. (informazioni sull'immagine)

Inoltre, le immagini generate dall’intelligenza artificiale spesso contengono errori nel modo in cui vengono visualizzate le luci e le ombre. L'illuminazione innaturale o le ombre che non corrispondono alla forma degli oggetti possono indicare un'immagine artificiale.

READ  L'ultima patch V Rising aggiunge nuove opzioni di configurazione grafica, contenuti e funzionalità

L’intelligenza artificiale può generare immagini in cui oggetti e sfondi non seguono una prospettiva coerente. La scala errata degli oggetti o la disposizione illogica degli elementi dell'immagine nello spazio possono servire come indizi sulla loro origine variabile.

Un altro punto è il controllo ortografico e grammaticale, perché le immagini sono generate dall’intelligenza artificiale Non tiene conto della punteggiatura o degli errori nelle parole.

Spesso le immagini AI con testo non dicono nulla di coerente. (informazioni sull'immagine)

Le immagini iperrealistiche generate dall'intelligenza artificiale possono rendere estremamente difficile distinguere tra ciò che è reale e ciò che è stato modificato, il che ha un impatto diretto sulla percezione della realtà da parte degli utenti dei social media.

Dal punto di vista eticoLa manipolazione delle immagini attraverso l’intelligenza artificiale solleva serie preoccupazioni. Le reti di social media, a causa delle loro grandi dimensioni e del ruolo di piattaforme per la diffusione di informazioni, possono essere interessate da questo fenomeno, che porta ad esacerbare i problemi di disinformazione e manipolazione dell’opinione pubblica.

Mentre, La modifica delle opere originali senza il consenso dei loro creatori può costituire violazione del copyright.È un problema che assume dimensioni globali nell’ambiente digitale interconnesso dei social network.

Piattaforme come YouTube obbligano già i creatori di determinati argomenti a specificare se il loro video è stato modificato dall'intelligenza artificiale. (Immagine: blog di YouTube)

Diverse app hanno monitorato queste situazioni che potrebbero verificarsi e hanno implementato diversi metodi e strategie per aiutare i propri utenti a distinguere tra immagini reali e creazioni AI.

Per esempio, La rete di social media asiatica TikTok ha effettivamente creato un tag l'anno scorso per distinguere i video pubblicati che utilizzano l'intelligenza artificiale da quelli che non la utilizzano.. Da parte sua, Meta, insieme a Facebook e Instagram, implementerà già quest'anno delle etichette per differenziare ogni caso.

READ  Microsoft crea un brevetto per il miglioramento delle prestazioni

Un sito che già utilizza la classificazione è YouTube, che in alcuni casi, ad esempio su argomenti delicati legati alla salute, alla politica o all'economia, richiede di determinare se un video è dotato di intelligenza artificiale, per evitare disinformazione.

Tutte queste strategie mirano a rafforzare la fiducia tra i creatori e il loro pubblico, garantendo una maggiore chiarezza sulla natura di ciò che viene consumato su ciascuna piattaforma.