Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Google sta licenziando centinaia di team di hardware e assistenti vocali

Google sta licenziando centinaia di team di hardware e assistenti vocali

Google ha licenziato centinaia di dipendenti che lavorano nei suoi team hardware, assistente vocale e tecnici come parte delle misure di riduzione dei costi.

Ha affermato in una dichiarazione che i tagli arrivano in un momento in cui Google cerca di “investire in modo responsabile nelle maggiori priorità della nostra azienda e nelle importanti opportunità future”.

“Alcuni team stanno ancora apportando questo tipo di modifiche organizzative, inclusa l'eliminazione di alcuni ruoli a livello globale”, ha aggiunto.

Google ha già annunciato l’eliminazione di diverse centinaia di posti di lavoro, la maggior parte dei quali nel team dedicato all’hardware della realtà aumentata.

I tagli fanno seguito all’impegno dei dirigenti della società e della società madre Alphabet di ridurre i costi. Google aveva dichiarato un anno fa che avrebbe licenziato 12.000 dipendenti, ovvero circa il 6% della sua forza lavoro.

Il sindacato di Alphabet ha definito il dipendente tagliato “un altro giro di licenziamenti non necessari” in un messaggio su X, ex Twitter.

“I nostri membri e colleghi lavorano duramente ogni giorno per creare ottimi prodotti per i nostri utenti e l’azienda non può continuare a licenziare i nostri colleghi mentre guadagna miliardi ogni trimestre”, ha scritto il sindacato. “Non smetteremo di lottare finché i nostri posti di lavoro non saranno al sicuro!”

Google non è l’unica azienda tecnologica che indulge nei tagli. L'anno scorso Meta, la società madre di Facebook, ha tagliato più di 20.000 posti di lavoro per rassicurare gli investitori. Le azioni del gruppo sono aumentate di circa il 178% nel 2023.

Spotify a dicembre ha annunciato che licenzierà il 17% della sua forza lavoro globale, la terza serie di licenziamenti del servizio di musica in streaming nel 2023 nel tentativo di ridurre i costi e migliorare la propria redditività.

READ  Le migliori offerte sugli smartphone Huawei

All’inizio di questa settimana, Amazon ha licenziato centinaia di dipendenti dalle sue unità Prime Video e Studios. Licenziarà inoltre circa 500 lavoratori della piattaforma di live streaming Twitch.

Amazon ha tagliato migliaia di posti di lavoro dopo aver aumentato le assunzioni durante la pandemia. A marzo ha annunciato di voler licenziare 9.000 dipendenti, oltre ai 18.000 già annunciati nel gennaio 2023.

Google mantiene una forte concorrenza con Microsoft nella sua battaglia per assumere la leadership nel campo dell’intelligenza artificiale.

Microsoft ha rafforzato la sua offerta in questo campo per competere con ciò che offre Google. A settembre ha lanciato Copilot, che incorpora l’intelligenza artificiale in prodotti come Bing, il browser Edge e Windows per i clienti aziendali.